Britney, dopo boa e felini, anche zebre e pavoni: gli animalisti infuriati

Britney, dopo boa e felini, anche zebre e pavoni: gli animalisti infuriati
Era già successo in passato quando Britney salì sul palco degli MTV Awards con un serpentone giallo (un boa costrittore, per la precisione) avvolto intorno al collo a modo di sciarpa, e una paio di felini ingabbiati nelle vicinanze; ma oggi è piovuta la goccia che ha fatto traboccare il vaso già colmo dei battaglieri animalisti. La signorina della Louisiana si sarebbe infatti presentata sul set del suo nuovo video con una zebra e un pavone costringendoli a peripezie inumane. Nel video incriminato, realizzato in supporto del brano “Boys” che accompagnerà il nuovo episodio di Austin Powers (vedi news), secondo gli animalisti le povere bestiole sarebbero state spaventate e maltrattate dall’entourage. Una volta arrivati sul set il pavone sarebbe stato letteralmente spinto da cameramen, truccatori e intrusi vari, a mettere in mostra il piumaggio della sua coda, ignorando, probabilmente, che l’uccello fa la “ruota” solo quando è eccitato sessualmente e in particolar modo durante il corteggiamento della femmina. La zebra, invece, un’esemplare di quattro anni, sarebbe stata obbligata a salire una rampa di scale e, sempre secondo alcune indiscrezioni riferite da Karen Rosa, portavoce dell’American Humane Society, poi caduta pesantemente a terra durante la registrazione di una scena del video. Amy Rhodes dell’associazione People for the Ethical Treatment of Animals ha fatto sapere che “la cantante sarà presto contattata da un componente del loro staff”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.