Alec Empire: ‘Gli Atari Teenage Riot non si sciolgono’

Dopo la tragica morte di Carl Crack, qualcosa si muove in casa Atari Teenage Riot.

Il leader Alec Empire pubblica infatti il doppio CD “Intelligence and sacrifice” (Digital Hardcore/Audioglobe) e si appresta a presentare il nuovo materiale anche in concerto. Questo non significa però che la band sia arrivata al capolinea, anche se il futuro appare ancora nebuloso. “Nel 2000 abbiamo deciso di prenderci una pausa perché il successo aumentava ma i nostri problemi stavano peggiorando”, spiega Empire. “Probabilmente è meglio lasciare passare un po’ di tempo prima di prendere decisioni. Adesso, dopo la scomparsa di Carl, si tratta ancora di una situazione emotiva troppo forte. Non so cosa succederà: forse resteremo in tre, forse cercheremo altri”. Per il momento comunque, l’artista è concentrato sulla promozione del nuovo album, equamente diviso fra un mix estremista di techno e rock che occupa il primo disco e uno stile sperimentale elettronico dai suoni meno aggressivi a cui è dedicato il secondo CD. “Questa volta mi sono preso tutto il tempo necessario e ho sviluppato tutte le idee che volevo”, dice il musicista berlinese. “Anche il metodo di produzione è stato diverso rispetto a quello che ho fatto in passato, sono arrivato a usare 120 piste per ottenere un suono più potente. Ho ancora un approccio punk a quello che registro e nel secondo CD ho usato un metodo vicino al jazz, con alcune parti scritte e un grande spazio per l’improvvisazione”. .


Empire ha già raggiunto un buon successo in Giappone e i brani più rock del nuovo album potrebbero offrirgli qualche chance anche sul grande mercato statunitense, un’eventualità che il protagonista non disprezza, anche se puntualizza: “Io vado per la mia strada e se c’è molta gente che mi segue, tanto meglio. Non ho intenzione di scendere a compromessi con la mia musica per ottenere più successo. Ho lavorato con un sacco di artisti, da Björk agli Arsonists, mi sono sempre rivolto a fasce di pubblico differenti. Sarebbe noioso continuare a suonare per la stessa audience underground per quindici anni consecutivi”.
Il testo completo dell'incontro con Alec Empire sarà disponibile prossimamente nella sezione interviste di Rockol.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.