Sanremo, Kylie Minogue e Leali-Corna i più visti

Si parla di TV nella conferenza stampa dell'organizzazione del Festival di Sanremo, di oggi 6 Marzo. A farla da padrone sono i commenti ai dati d'ascolto della prima serata (una media di 48.32% di share e di 14.264.000 spettatori nel prime time). Per la cronaca, le punte di ascolto sono state raggiunte durante le esibizioni di Kylie Minogue (68.64% di share alle 23 e 23) e di Fausto Leali e Luisa Corna (oltre 20 milioni di ascolto alle 21.27)
Dopo una inevitabile dichiarazione di soddisfazione per i risultati dell'Auditel, Superpippo cerca di riportare l'attenzione sulla musica: “Ringrazio tutti, ma da stasera le canzoni prenderanno il sopravvento: sono brani non facili, che vanno ascoltati di più di una volta per essere apprezzati e poi debutteranno i giovani. Un grazie particolare a tutti i cantanti, che hanno dovuto anche affrontare qualche difficoltà. In particolare Gino Paoli ha eseguito la sua canzone senza la parte di chitarra, fondamentale per l'atmosfera della canzone. Un altro si sarebbe fermato, ma lui è andato avanti”.
Baudo respinge anche la accuse di avere “incastrato” le canzoni in una cornice di spettacolo che ne sminuisce il valore: “Rivendico di avere aumentato lo spazio ai cantanti: gli altri anni i cantanti venivano solo presentati, quest'anno viene dato loro il tempo di raccontare la propria musica, scambiando qualche parola con me. Ma tra una canzone e l'altra c'è bisogno di respiro, se no diventa un guazzabuglio di note senza forma”.
Tra una polemica e l'altra sulla composizione delle giurie, vengono presentati gli ospiti di questa sera: Anna Marchesini e Massimo Rosolino. La comica impazza, anticipando il tema dei suoi interventi: : “ho fatto uno studio su circa 2000 canzoni e parlano tutte di quello. Quello cosa? Quello! Lo studio prende il nome da una canzone di Gianni Morandi, 'Uno su mille ce la fa, ma quanto è dura la salita'”.
Il nuotatore medaglia d'oro alle olimpiadi, invece, presenterà Anastacia e Sarah Connor. A proposito dei superospiti, Baudo precisa che la concomitanza dei World Music Awards, in svolgimento in contemporanea nella vicina Montecarlo, non ha contribuito alla determinazione del cast: “non ne abbiamo tratto giovamenti. Forse la discografia si, ha unito due manifestazioni cogliendo due piccioni con una fava e portando alcuni artisti in entrambe le manifestazioni. Noi abbiamo chiuso il cast un mese fa, abbiamo dovuto rifiutare artisti importanti come Diana Krall: non sapevamo dove metterla”. A Rockol, peraltro, risulta da fondi attendibili che nel caso specifico sia avvenuto il contrario: è stata la jazzista canadese a rifiutare l'invito a Sanremo per impegni precedentemente assunti.
Dall'archivio di Rockol - Virtual Time, 'Waves Are Calling' #Nofilter per Rockol
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.