Canzone per il giubileo della regina: è di Gary Barlow, c'è il principe Harry

Verso la metà dello scorso febbraio arrivava la notizia che Andrew Lloyd Webber e Gary Barlow avevano ricevuto l'incarico di comporre la canzone ufficiale per le celebrazioni del giubileo di diamante della regina Elisabetta. Andrew - creatore di tanti musical di successo del West End londinese, come ad esempio "Cats" e "Il fantasma dell'opera" - e il mainman dei Take That erano anche alla caccia, per rendere il brano altamente spettacolare, di altri musicisti per eseguire la canzone davanti a Buckingham Palace.

Si scopre ora che tra gli "altri musicisti" ve ne è uno d'eccezione: il principe Harry. Il terzo in linea di successione del trono si è però rifiutato di cantare. E, su "Sing", questo il titolo della real canzone, si è limitato a suonare il tamburello. Forse poco, ma ciò basta perché il singolo sia il primo della storia ad ospitare il contributo di uno dei Windsor. Barlow ha utilizzato il suo laptop per registrare, in Giamaica, l'apporto del rampollo della casata. "E' un tipo divertente, bravo e rilassato", ha affermato Gary. "L'abbiamo beccato nel suo ultimo giorno in Giamaica". La canzone ufficiale sarà eseguita il 4 giugno su un palco circolare davanti alla cancellata principale di Buckingham Palace, proprio dove sorge anche il memoriale dedicato alla regina Vittoria, la sola in tutta la storia della Gran Bretagna ad aver regnato più a lungo (1837-1901) di Elisabetta II. Il brano è accreditato a Gary Barlow & The Commonwealth Band e comprende ben 210 musicisti di tutto il Commonwealth. Il singolo sarà pubblicato il prossimo 28 maggio.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.