Memphis Horns, addio a Andrew Love

Andrew Love (nella foto, a sinistra), sax tenore dei Memphis Horns, storica sezione fiati che fece la storia della Stax Records, è scomparso all'età di 70 anni lo scorso giovedì, 12 aprile, a causa di complicazioni dovuto al morbo di Alzheimer che lo affliggeva da più di dieci anni: assieme al trombettista Wayne Jackson (nella foto, a destra), nucleo storico dell'ensemble, l'artista contribuì a definire quello che poi sarebbe passato alla storia come il "Memphis sound", al quale - nel corso degli anni - ricorsero artisti di differente estrazione come Aretha Franklin, Wilson Picket, Elvis Presley, Isaac Hayes, U2 e Neil Young, e che stilizzò in maniera inconfondibile hit storiche come "Try a little tenderness" di Otis Redding e "Son of a preacher man" di Dusty Springfield. Nel corso della loro lunghissima ed onorata carriera, Love e Jackson suonarono in oltre 30 brani premiati con un Grammy Award, 52 hit giunte in vetta alle chart americane e 113 singoli arrivati nella top ten delle stesse: lo scorso febbraio, i Memphis Horns divennero la seconda backing band (la prima fu la Funk Brothers della Motown) a vincere un Grammy Award.

Caricamento video in corso Link


(Qui con gli U2 per "Angel of Harlem, da "Rattle and hum", 1988)

Nato a Memphis nel 1941, Love - figlio di un organista presso una congregazione battista - iniziò a suonare il sassofono nella band diretta dal genitore: dopo gli studi universitari in Oklahoma, l'artista fece ritorno a Memphis, dove iniziò la propria carriera di session man. Il sodalizio con Jackson - conosciuto presso gli studi della Stax Records a metà degli anni Sessanta - durò fino al 2004, anno che Love scelse per ritirarsi dalle scene. "La Stax non sarebbe diventata ciò che è senza di loro", ha dichiarato il co-proprietario dell'etichetta Al Bell: "Adoro i sassofonisti, e ne conosco molti dalle capacità incredibili. Nessuno, tuttavia, è mai riuscito a toccarmi il cuore come Andrew. Aveva qualcosa di speciale, che nella musica che suonava si sentiva: era capace di smuovere le emozioni più profonde, ma di farlo in modo estremamente gentile e delicato. Era come se facesse l'amore con la tua anima".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.