Tom Morello (RATM) e Billy Bragg suonano a 'Occupy London'

Tom Morello (RATM) e Billy Bragg suonano a 'Occupy London'

Fa meno rumore, la protesta di Londra, se confrontata con quella di New York. Nella Grande Mela i manifestanti di "Occupy Wall Street" sono in Zuccotti Square nel distretto finanziario, e protestano contro i grandi poteri economici. A Londra, visto che la Borsa sorge su un'area privata, la polizia non fa avvicinare i manifestanti di "Occupy London" e così questi ultimi si sono dovuti accontentare di accamparsi, con tende, davanti alla cattedrale di St. Paul's. E se nella Big Apple ad allietare gli animi sono già passati Kanye West, Jeff Mangum dei Neutral Milk Hotel, Talib Kweli, Tom Morello dei Rage Against The Machine, Pete Seeger, Arlo Guthrie, Sean Lennon e Rufus Wainwright, finora a Londra nessuno aveva pensato d'andare a cantare per i ragazzi di "Occupy London". Ci hanno pensato Billy Bragg, da sempre al fianco di chi ce l'ha contro i poteri forti, e, rimbalzato dall'altra parte dell'Atlantico, Tom Morello. Quest'ultimo ha eseguito tre canzoni e poi ha dichiarato il suo supporto per la causa dicendo:





Contenuto non disponibile







"La gente che possiede e controlla questo mondo non si merita di farlo. Ho un messaggio per questa gente: l'inizio è vicino. La
storia non è fatta da uomini della Cia o dai vecchi, è fatta dalla gente". Bragg, spirito del proletariato britannico, si è recato anch'egli a
trovare i manifestanti e ha loro regalato una manciata di canzoni tra le quali una composta ad hoc.












"Penso che, dopo le rivolte di Londra della scorsa estate, abbiamo scoperto che il mondo non lo si cambia spaccando vetrine. Qui invece c'è un feeling pacifico", ha detto Billy.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.