Dori Ghezzi pubblica l'album di Andrea Giops: 'Ha entusiasmo e sa cosa vuole'

"E' come se mi fosse piovuto dal cielo, direttamente in braccio": è con queste parole che Dori Ghezzi, moglie di Fabrizio De André, sintetizza il suo incontro con Andrea Giops e l'inizio della loro collaborazione che ha portato il cantante a pubblicare il suo album d'esordio "Io non sono Giuseppe Verdi".
Con un'esperienza come X Factor alle spalle (Andrea ha partecipato alla seconda edizione, quella in cui vinse Matteo Becucci, nella squadra di Morgan), Giops non rinnega la sua avventura al talent show: "MI è servito ad avvicinarmi alla musica italiana.

Morgan me ne ha fatta ascoltare parecchia, così dopo X Factor mi sono immerso nelle canzoni di Lucio Dalla, .Fabrizio De André, Bruno Lauzi e molti altri".
L'album di Giops è prodotto da Dori Ghezzi per l'etichetta Nuvole Porduction, nata nel '90 e che ad oggi ha pubblicato esclusivamente raccolte di Fabrizio De André: "Stavo guardando X Factor quando ho visto Andrea esibirsi e mi è venuto in mente che avevo alcuni brani di Felice Simeone, artista ligure, grande amico di Fabrizio, che avrebbero potuto essere interpretati da lui, così chiamai Morgan". "La cosa buffa è che dopo quella telefonata fui eliminato dal programma", scherza Giops, "ma non ci pensai due volte e mi presentai alla fondazione De André per chiedere a Dori se potevo ascoltare i provini. Chiesi a David Florio di lavorare con me sui brani e ritornai da Dori con le canzoni finite. Con il tempo mi sono ritrovato ad avere un repertorio pronto per realizzare un album, grazie anche alla collaborazione di Niccolò Agliardi che per me ha scritto 'Mai più' e di Fabio Cinti, cantautore che mi ha fatto conoscere Morgan, e che ha scritto 'Genet' e 'Sweet sorrow'".
"Io non sono Giuseppe Verdi" contiene anche la cover di "Svegliati" di Donatella Rettore contenuto nell'album eponimo della cantante pubblicato nel '77: "Quando mi hanno proposto di inserire questa cover ero un po' perplesso, perché so che Donatella ha uno stile molto più aggressivo rispetto al mio, ma in realtà questa è una canzone molto romantica, e visto che difficilmente parlo di sentimenti in prima persona, ho trovato che cantare 'Svegliati' sarebbe stato un bel modo per mettermi in gioco".
"Andrea mi è piaciuto molto anche per il suo entusiasmo", ha commentato Dori Ghezzi, "E' un po' ingenuo, un po' Peter Pan, ma sa anche cosa vuole. Sapevo che con i miei mille impegni non sarei riuscita a seguire Giops nella lavorazione del disco, così ho chiesto a mia figlia Luvi se le andava di occuparsi di questo incarico. Lei ha accettato subito, Luvi ama la musica, ma è in un periodo in cui non vuole farla in prima persona, così si è messa al fianco di Andrea e insieme hanno fatto un ottimo lavoro. La Nuvole Production non ha avuto un particolare incremento dopo la collaborazione con Giops, anche se a dire il vero le proposte arrivano sempre e di continuo. In realtà ci stiamo anche concentrando sul nuovo album di inediti di Cristiano - De André, ndr - che sarà un capitolo molto delicato della sua carriera".
"Grazie a questa collaborazione con Dori", spiega Stefano Senardi, al quale è stato affidato il coordinamento del marketing e della promozione dell'etichetta, "ho scoperto che Andrea è una persona molto spontanea e molto seria, qualità che forse a X Factor non erano uscite. Ho capito perché Dori gli ha dato fiducia, è un talento straordinario".
Il primo singolo estratto è "Mai più", scritto da Niccolò Agliardi: "'Mai più' fa riferimento a quando nella vita la tua strada è già segnata. Mai più una vita programmata! Mio padre è un ingegnere e ha una ditta di proprietà, non ha mai creduto molto nella musica e avrebbe preferito che lo seguissi. Per un po' ho anche lavorato per lui, avevo i soldi, una bella macchina e la possibilità di fare carriera. Mi andava bene finché non mi sono accorto che queste cose non mi interessavano, che potevo anche farne a meno per provare con la musica".
"Se fosse possibile mi piacerebbe che con Nuvole Production collaborassero artisti come Paolo Nutini e Rufus Wainwright, mentre per gli italiani dico Vinicio Capossela: non condivido tutto quello che fa, ma penso sia il migliore in circolazione. Cosa ascolto in macchina? Radiohead e ancora Radiohead. Mi piace lavorare con i giovani", conclude Dori Ghezzi, "Loro hanno bisogno di noi, e noi abbiamo bisogno di loro. In questo Fernanda Pivano mi ha insegnato molto".

Andrea Gioacchini, in arte Andrea Giops, nasce a Melzo (MI) il 31 luglio del 1980. A 20 anni crea la sua prima band sperimentando principalmente sonorità funky e rock e nel 2003 si avvicina alla musica reggae, in particolare a Bob Marley. La sua prima demo si intitola "Face the music", e grazie a questo primo lavoro e al successivo "Natural born natty" (prodotti insieme ad Alessandro Soresini, batterista della scena reggae italiana), Giops viene in contatto con i the Wailers: la band giamaicana incuriosita da Giops lo invita ai loro concerti in Italia. Nel gennaio del 2009 Giops decide di partecipare ad X Factor e nel dicembre dello stesso anno viene proclamato uno dei vincitori di SanremoLAB, l'accademia del Festival di Sanremo, con un brano da lui composto ed arrangiato. Nel febbraio 2010 prende parte al progetto Ostinati e Contrari, spettacolo teatrale-musicale sulla poetica di Fabrizio De André organizzato dalla ONLUS musico-terapica La Stravaganza che riceve un riconoscimento dal Presidente della Repubblica e una medaglia come premio di rappresentanza per la passione e l’impegno civile.        

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.