Daniele Groff: un nuovo disco e presto un live molto ‘speciale’

Si intitola “Bit” il nuovo album di Daniele Groff che, a due anni di distanza da “Variatio 22” e dal singolo “Daisy” che l’ha portato al successo, si presenta più sicuro di sé, grazie anche agli “ospiti illustri” dell’ultimo lavoro.

“Tenevo molto ad avere delle collaborazioni per questo CD perché secondo me, se non ci si apre all’esterno, prima o poi si smette di crescere. Sono molto felice che Wil Malone, già arrangiatore per Skunk Anansie, Verve e Massive Attack abbia accettato di lavorare con me. Altrettanto felice sono stato dell’aiuto che mi ha dato Lucio Dalla. Grazie a lui ‘Lory’ ha preso un’identità forte, specchio di Bologna”. Daniele ha potuto anche contare sui suggerimenti di un altro nome storico della musica cantautoriale italiana, Mogol: “Ci siamo incontrati per tre giorni con lo scopo di fare qualcosa insieme. Purtroppo però i tempi discografici non ci hanno permesso di realizzare esattamente quello che volevamo così ci siamo ripromessi di rimandare il progetto ad appena possibile”.

Dopo essersi diplomato a 21 anni in pianoforte al conservatorio della sua città, Trento, Groff si è avvicinato alla musica dei cantautori italiani e dei Beatles, allontanandosi sempre più dalla sua formazione classica.

“Studiare musica classica mi ha aiutato molto a livello espressivo, però mi ha messo una benda sugli occhi per molto tempo sul panorama musicale contemporaneo. Ho scoperto il pop tardi rispetto ai miei coetanei: fino a 14/16 anni vivevo in un mondo mio fatto di Mozart e Bach! Certo questo fa sì che ancora oggi, in alcuni casi, per me la musica sia scoperta e ricerca dandomi un grande entusiasmo nel realizzare i miei lavori”. La sua evoluzione musicale si nota in “Bit.” in particolare a livello vocale: “Tutto l’album è stato realizzato in un momento di maggior tranquillità rispetto al precedente e per questo ho cercato di ritrovarmi, di scoprire me stesso. Si vede in modo evidente nella voce che non è studiata o costruita: è la mia voce naturale, quella che uso quando canto sotto la doccia!. Anche la ghost track ‘Through the Waves’ parla in un certo senso della mia vita: un mio carissimo amico di Trento mi ha mandato questa poesia dedicata alla madre morta poco prima. Ero molto legato anch’io a lei, le volevo bene e quindi ho voluto inserirla nell’album e ho pensato che questo fosse il modo più adatto”. Al tempo stesso i mesi passati a Los Angeles per registrarlo lo hanno influenzato musicalmente: “Ho amato moltissimo L.A. L’atmosfera che si respira è bellissima probabilmente grazie anche alla presenza dell’Oceano che io amo particolarmente (da surfista!): ha una forza e una grandezza che ho cercato di trasmettere nelle sonorità del disco. Ho poi preso il gusto per le musiche ‘asciutte’ pulite, come l’R&B e la black music in generale”. .


Eppure il titolo dell’album “Bit” sembra in contraddizione con le melodie beatlesiane che gli sono care o quello delle ballate che ritroviamo in quasi tutte le canzoni. “Ho scelto questo titolo proprio perché sottolinea il contrasto che nasce tra i sentimenti e la macchina. Non a caso graficamente la ‘b’ è un cuore adagiato su se stesso: dietro tutto c’è un cuore che batte; dietro i messaggi Sms dei telefonini, dietro il video di un computer e dietro le mie canzoni che sono state sì registrate e create anche grazie al supporto analogico, ma sono state fatte da uomini, da musicisti. Mi sono poi divertito ad giocare sul significato di ‘bit’ e ‘beat’: il primo ricorda il computer, il secondo il battito, la spinta, la ‘beat generation’”.
Proprio perché l’album ha alle spalle un attento lavoro in studio, ancora Daniele non deciso quando far partire il suo tour: “A differenza del primo album che era sostanzialmente un live, ‘Bit’ ha bisogno di un’attenta preparazione per essere tradotto dal vivo. Inoltre vorrei fare qualcosa di veramente originale in cui il pubblico possa sentirsi coinvolto non solo da un punto di vista musicale; mi piacerebbe far toccare, vedere la mia musica”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.