Londra, fondo di 300.000 euro per i danni al magazzino Sony bruciato

Londra, fondo di 300.000 euro per i danni al magazzino Sony bruciato

A Londra è stato istituito un fondo da 250.000 sterline, circa 300.000 euro, per aiutare le etichette danneggiate dal rogo del magazzino Sony. L'AIM (Association of Independent Music) si è alleata con la casa distributrice PIAS per sovrintendere alle offerte piovute da varie fonti mondiali. Le fiamme hanno bruciato dischi di artisti come Adele, Radiohead, Oasis, National, Clash, Arctic Monkeys e molti altri nell'edificio di tre piani nella zona di Enfield, teatro di scontri tra manifestanti e polizia.





Contenuto non disponibile







Le etichette il cui lavoro è stato fermato dall'incendio potranno attingere dal fondo per coprire gli ammanchi causati dall'interruzione. Alison Wenham, presidente di AIM, ha detto: "Le indipendenti sopravviveranno a questo disastro come sono sopravvissute ad altre sfide del mercato. Rappresentiamo una comunità che ha un mutuo rispetto per il lavoro di tutte le etichette indie, che siano grandi o piccole, e l'industria discografica ha bisogno di prendersi cura e proteggere queste piccole aziende in momenti di questo genere". Martin Mills del Beggars Group ha affermato: "Le grandi etichette sono equipaggiate meglio per affrontare tempeste di questo genere, ma le nuove e piccole etichette sono il futuro e hanno bisogno d'essere aiutate". Come già riportato da Rockol, sarebbero tre teenager i colpevoli dell'incendio; Scotland Yard ha individuato due diciassettenni e un diciottenne, accusati di violenza e incendio doloso.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.