La storia degli USA riletta in chiave jazz

Il musicista jazz Wyton Marsalis è rimasto entusiasta dell’ultima produzione del regista Ken Burns, un documentario sul jazz trasmesso dalla Rete statunitense PBS. “Guardando la pellicola, abbiamo potuto capire qualcosa anche di noi stessi”, ha affermato Marsalis.
Il jazz rivisto da Burns diventa un viaggio attraverso le diverse facce degli Stati Uniti, divisi dalle guerre, dalle razze, ma uniti dalla passione per lo swing.
Il documentario intitolato “JAZZ”, secondo le stesse parole dell’autore, “è molto di più di uno studio su questo straordinario genere musicale. Offre un punto di vista privilegiato per analizzare la storia degli Stati Uniti”.
General Motors, sponsor della pellicola, ora sta pensando di portare il film in giro per le scuole per far studiare la storia ai ragazzi attraverso le note dei più celebri jazzisti. Innumerevoli gli artisti che compaiono nel documentario, tra i più famosi troviamo Charlie Parker, Miles Davis, Billie Holiday, Benny Goodman, ma anche i volti meno noti della storia del jazz non vengono tralasciati.

Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.