NEWS   |   dalla Stampa / 04/02/2000

Battiato, Ferretti, Stravinsky, Sanremo e il Giubileo

Battiato, Ferretti, Stravinsky, Sanremo e il Giubileo
Articoli riguardanti Franco Battiato sul "Messaggero", "La Repubblica" e "Il Giorno". Su quest’ultimo, è riportato che «Battiato sta preparando un progetto, ancora top secret, per il Giubileo, in esclusiva per la Sicilia. E mentre pensa al Giubileo, parla del suo nuovo progetto musicale, "Fleurs", che ieri sera ha presentato al Teatro Politeama di Palermo per il circuito di spettacoli di "Sicilia 2000". "Non credo esistano confini per la musica, metto sullo stesso piano un brano di un napoletano del '700 o uno di Madonna, canto lo stesso, fa parte della mia terrificante natura" ». Su "La Repubblica", invece, si annuncia che «Arriva a Roma "L'Histoire du Soldat" di Stravinsky interpretato dalla "strana coppia" Franco Battiato e Giovanni Lindo Ferretti (nelle vesti del Diavolo il primo e del Soldato il secondo), con voce narrante del filosofo Manlio Sgalambro. Dopo le esecuzioni del settembre e dell'ottobre scorsi a Torino e a Napoli, l'operina giunge stasera nell'Auditorio di Santa Cecilia: "Sarà una rappresentazione assolutamente rispettosa del testo originario" spiega Battiato. "Ho fatto personalmente una ricerca sul testo di Ramuz e recuperato alcuni vocaboli che nelle versioni precedenti, diciamo arcaiche, erano stati tolti perché "scabrosi". Siamo così più fedeli al testo e rigorosi nella sua esecuzione. È una lettura "interiorizzata": chi si aspettasse dalla nostra attitudine pop il trionfo della goliardìa o degli effetti pirotecnici resterà deluso. Ho letto che Stravinsky fu entusiasta nel vedere John Cage tarantolato sul palco, ma noi non spettacolarizzeremo". L'idea di coinvolgere Battiato e Ferretti venne al direttore artistico di "Settembre musica", la manifestazione torinese. "Credo che la scelta di Lindo Ferretti sia quanto mai azzeccata: lo considero eccezionale, quindi non posso essere obiettivo, ma credo anche che per giudicare una persona bisogna conoscerla per quello che è, e credo di aver conosciuto Lindo. La sua interpretazione è monotona, nel senso positivo del termine, assolutamente convincente". Sul palco l'Ensemble Novecento con Antonio Ballista al pianoforte e Francesco Manara al violino. In programma anche "Contrasts" di Bela Bartók e il brano di Giovanni Sollima "Il tracciato"».
Dulcis in fundo, il "Messaggero" sostiene che, mancando un "superospite italiano" al festival di Sanremo (a fianco di Dalla, Venditti e Jovanotti), «due sono le ipotesi per ora più gettonate: l’arruolamento di Franco Battiato, oppure chiedere a Pavarotti di lasciare momentaneamente i panni del conduttore per intonare qualche cavallo di battaglia dal suo repertorio».
Scheda artista Tour&Concerti
Testi
PROG ITALIANO
Scopri qui tutti i vinili!