NEWS   |   Pop/Rock / 06/08/2010

Concerti, U2 a Torino: 'E' il tour più grande della storia'

Concerti, U2 a Torino: 'E' il tour più grande della storia'

Willie Williams, show designer, Paul McGuinness manager degli U2, Jake Berry, production director: sono loro i personaggi che ruotano intorno alla produzione del 360° Tour degli U2, e sono loro che Rockol ha incontrato oggi allo Stadio Olimpico per capire meglio cosa accadrà stasera a Torino per la prima data della tournée mondiale di Bono e compagni.
Una volta entrati nella struttura sportiva lo stadio è completamente vuoto, con il palco montato in centro, i tecnici delle luci che provano e i Kasabian (il gruppo che aprirà il live), intenti a cominciare il loro soundcheck. Si passa attraverso il backstage, facendo lo stesso percorso che faranno gli U2 questa sera per salire sul palco e infiammare Torino: "Questo è il tour più grande della storia", ha dichiarato il manager, Paul McGuinness, "Bono sta bene, l'operazione che ha subìto è stata molto pesante, ma si sta riprendendo a pieno. Quando finiranno l'ultima data del tour, a Roma, Bono volerà subito a New York per terminare i lavori per il musical di 'Spiderman' che uscirà ufficialmente il prossimo 21 dicembre e per dedicarsi ad altri progetti musicali. Il concerto di Torino sarà una data importante, per stasera la band ha preparato dei brani inediti da far ascoltare ai fan: uno si intitola 'The flowering rose of Glastonbury', mentre un altro 'Northstar'. Durante il corso del tour li affineranno in modo che siano pronti una volta terminata la tournée".
"Grazie alle nuove canzoni e al loro spirito durante il tour, gli U2 non sono mai fermi durante i concerti", spiega Willie Williams, show designer, "Per ogni data cambia lo scenario, come per Zoo Tv che nelle ultime date in Giappone hanno provato cose nuove. Verranno proiettati nuovi video mai visti prima e il palco circolare è molto funzionale per qualsiasi spettatore, che sia all'ultimo anello o sotto il palco, perché da qualunque direzioni guardi gli sembrerà sempre di stare al centro dello show. La struttura è lo show e lo show è la struttura, sono una cosa sola".
"Questo è uno spettacolo molto più flessibile rispetto a quelli del passato come il Vertigo Tour", ha aggiunto Jake Berry, production director, "La struttura è divisa in tre palchi (Torino, Francoforte e Hannover): per darvi un po' di numeri, ci mettiamo una settimana ad arrivare nella location, montare, fare il concerto e smontare per ripartire. Ci sono duecentosessanta container che portano in giro la struttura alta 85 metri e larga 66".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
Pino Daniele
Scopri qui tutti i vinili!