Concerti, boicottaggio all'Arizona: aderiscono anche Hall & Oates

Concerti, boicottaggio all'Arizona: aderiscono anche Hall & Oates

Rimane sempre più isolata, l'Arizona, dalla comunità musicale americana e internazionale, dopo che il governatore dello stato Jan Brewer ha emanato una legge per contrastare l'immigrazione clandestina, la SB 1070, che prevede - tra le altre cose - la possibilità di porre in stato di fermo liberi cittadini sulla solo base del proprio profilo etnico-razziale: dopo le adesioni di, tra gli altri, Shakira, Ricky Martin e una pattuaglia di artisti militanti (raggruppati dai Rage Against the Machine sotto la sigla "Sound strike, più o meno "sciopero sonoro"), adesso anche band considerate meno politicizzate hanno deciso di prendere una posizione ed annullare le proprie date nello stato del sud. E' il caso di Hall & Oates, duo soft rock formatosi nel 1969 (ovvero quanto di più lontano dagli "impegnati" Rage Against the Machine), che - attesi il prossimo 2 luglio a Phoenix a "chiudere una partita" degli Arizona Diamondbacks, hanno declinato l'offerta in segno di protesta contro il nuovo provvedimento. Il promoter del concerto, pur non commentando direttamente, ha fatto sapere di "comprendere e rispettare" la posizione della band.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.