Assassinato il rapper Big L

Il rapper Big L, il cui vero nome era Lamont Coleman, è stato assassinato lunedì notte ad Harlem, New York. La notizia si è appresa solo oggi. L’omicidio, pare avvenuto senza testimoni, si è consumato vicino a casa sua, sulla West 139th Street. Il rapper, il quale secondo una fonte aveva 22 anni e secondo un’altra 24, è stato raggiunto da numerosi colpi d’arma da fuoco alla testa ed al petto ed è spirato sul posto. Big L, il quale faceva anche parte del gruppo Diggin’ In The Crates, aveva realizzato un solo album, “Lifestylez ov da poor and dangerous” del 1995 ed era stato autore di hits underground quali “Ebonics” ed “Hit ‘em up”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.