Karkadan: 'Con la mia musica sogno un mondo senza pregiudizi e razzismo'

Uscirà oggi, 5 febbraio, " Karkadance", album di debutto del rapper tunisino Karkadan Nato e cresciuto a Tunisi, Karkadan si avvicina al rap durante l'adolescenza e muove i primi passi nella musica underground araba: " Ho cominciato a rappare quando a vevo quattordiciani e a quindici sono entrato a far parte in una crew di Tunisi, la CTZ.

Ci esibivamo in locali underground della Turchia e il nostro hip hop era davvero innovativo per quei tempi, che vedevano la musca e testi controllati dal governo. Ho scelto in quel periodo il mio nome d'arte, Karkadan, in italiano "rinoceronte", trovo mi rispecchi molto: la sua corporatira massiccia, la sua pelle dura e la sua imponenza mi ricordano tratti della mia persona che mi caratterizzano parecchio, Nel 2003 sono venuto in Italia e da lì è cominciata la mia avventura nel mondo musicale a cui appartengo ora, grazie anche ai Club Dogo, che mi hanno accolto nella Dogo Gang, con Marracash e gli altri, amici fraterni prima di tutto", ha detto l'artista. "Karkadance" contene dieci brani, cantati in francese, in arabo e in italiano: "Ho deciso di esprimermi in arabo perchè è la mia lingua, quella che sento più vicina e sarebbe stato forse un po' strano se avessi rappato in italiano e basta. E' anche un modo per avvicinare la gente alla mia cultura e fargli conoscere una civiltà con cui troppo spesso la cultura europea si scontra. Lo dico anche nei miei testi: non attribuisco la colpa a nessuno, quando si sbaglia il demerito va distribuito ad ogni parte in causa. Bisogna dare tempo al tempo, fare le cose con calma e conoscersi: sono sicuro che così gran parte dei pregiudizi reciproci possano cadere". Il singolo che ha anticipato l'album di Karkadan è " Discoteque", pezzo provocatorio e dissacrate, in cui l'hip hop incontra la musica dance: "In 'Discoteque' ho voluto prendere un po' in giro al mondo della discoteca, usando la dance, genere musicale che ascoltavo da ragazzino e che ben si sposa con il rap. All'estero è una cosa molto comune mixare l'hip hop con vari generi, persino con il rock. E' un testo provocatorio, come quello di 'Capo', in cui ho raccolto i vari commenti letti su Facebook e Myspace. Mi hanno detto di tutto, da kebabbaro a calabro, passando per il finto arabo. Cosa c'era di meglio se non fare una canzone per sdrammatizzare?". L'album tocca anche argomenti di forte attualità, come l'integrazione, la convivenza tra etnie e il razzismo: "Ho voluto riportare nel disco la mia esperienza diretta come straniero, ne parlo in 'Etnicity": descrivo una Milano utopica, dove le razze possono convivere tra loro serenamente, senza pregiudizi, collaborando l'una con l'altra per costriure una società nuova basata sul rispetto, in cui tutti possano vivere senza lotte e senza rancori. Ma la realtà è diversa, c'è ancora molta chiusura e ci si riempie la bocca di stereotipi. Spero solo che con queste mie canzoni ci possa essere un avvicinamento tra i popoli, che si possa costruire un ponte tra razze, so che è difficile, ma anche se ci vorrà del tempo, io lotto e non mi arrendo". Il rapper ha inoltre confessato di avre un debole artistico per .Nino D'Angelo e di essere rimasto colpito dalla canzone "Senza giacca e cravatta": " Nino D'Angelo è un cantante che apprezzo moltissimo, ha una bellissima voce e canta col cuore. Ho sentito 'Senza giacca e cravatta' e mi ha folgorato, magari in futuro ci sarà una collaborazione tra noi due... chissà...per ora non dico niente..." conclude Karkadan.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.