In cella il capo della gang che controllava la scena punk di Chicago

E'stato arrestato lo scorso lunedì dagli agenti dell'FBI di Los Angeles Elgin Nathan James, già chitarrista dei Righteous Jams, fondatore della gang Friends Stand United (FSU) e attivista straight edge
dal passato tormentato, con l'accusa di essere il leader di un racket che amministrava la scena punk-rock di Chicago. Secondo gli inquirenti, James decideva quali band potevano esibirsi nel suo territorio e quali locali avrebbero ospitato i live, nonché le modalità con cui si sarebbero dovute svolgere le performance. Chi non sottostava a queste regole, veniva brutalmente picchiato da un gruppo di "nazi skinhead" che James inviava prontamente a regolare i conti. Le indagini sono cominciate in seguito ad una denuncia sporta nel 2005 dai membri di un celebre gruppo musicale di Chicago, di cui non è stato reso noto il nome. Tra i gruppi della scena punk di Chicago spiccano gli Alkaline Trio, i The End e i Lawrence Arms.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.