Biografia

I Noir Desir nascono a Bordeaux nel 1980. Con la prima formazione pubblicano, nel 1989, un album intitolato VEUILLEZ RENDRE L’AIME A QUI ELLE APPARTIENT, che riscontra un grande successo di critica e di pubblico. Nel 1991 esce DU CIMENT SOUS LES PLAINES, cui segue una lunga serie di concerti in tutto il mondo (Canada e Giappone compresi). I ritmi si fanno sempre più intensi e frenetici, e alcuni grandi problemi alle corde vocali del cantante Bertrand Cantat fanno temere per il futuro della band.
Nel 1992 esce TOSTAKY, contrazione di “Todo esta aqui”, registrato in Inghilterra. Segue il doppio disco dal vivo DIES IRAE (1994), e poi 666.667 CLUB (1996), militante e impegnato. Nel 2000 è la volta di ONE TRIP ONE NOISE, album di remix in cui il gruppo affida le sue canzoni a vari “manipolatori” (tra cui Gus Gus e Telepopmusik). L’11 settembre 2001 esce DES VISAGES, DES FIGURES, un album meno “rumoroso” dei precedenti, che vede la partecipazione di artisti come Brigitte Fontaine e Manu Chao (alla chitarra in “Le vent nous portera”). I Noir Desir collaborano anche con Giorgio Canali, il chitarrista dei C.S.I. che per qualche anno è stato il loro fonico. Bertrand Cantat suona l’armonica per i Timoria in “I colori che esplodono”, primo album della band bresciana, e nel 2002 partecipa al disco di debutto dei PGR, ex-CSI.
Nel 2003 Bertrand Cantat diventa protagonista delle cronache per una brutta storia: durante una lite colpisce la fidanzata Marie Trintignant, che cade e rimane uccisa. Viene rinchiuso in carcere in Lituania, paese dove è avvenuto l’incidente. La band va in pausa, ovviamente, anche se vengono pubblicati alcuni materiali registrati precedentemente. Nel 2008 Cantat torna in libertà condizionata e trapela la notizia i membri del gruppo hanno ricominciato a frequentarsi. I Noir Desir cominciano a registrare materiale per un nuovo album, la cui uscita, prevista inizialmente per gennaio 2010, non è ancora conosciuta. (16 ott 2010)