Biografia

Miguel Bosé nasce a Aries, a Panama ed è il figlio della famosa attrice Lucia Bosé e del torero Luis Miguel González Lucas.
Nel 1971 incomincia la sua carriera di attore; nel 1975 decide di tentare invece la carriera come cantante. Registra allora con Camilo Blanes il suo primo singolo. Qualche anno dopo, nel 1977, firma un contratto con la CBS Records, dove rimane fino al 1984.
Tra il 1977 e il 1982 registra appunto diversi album per la CBS, ma è solo nel 1985 che diventa una star internazionale, quando la canzone “Bandido” scala la cima delle classifiche sudamericane e spagnole.
Un anno più tardi firma un contratto con la Warner, con la quale incide l’introspettivo SALAMANDRA, la cui supervisione artistica è curata da Celso Valli, già collaboratore di Ramozzotti. A questo album seguono poi XXX, LOS CHICOS NO LLORAN e DIRECTO ’90, un disco dal vivo.
Nel 1993 Bosé si muove verso una vena più politica con BAJO EL SIGNO DE CAIN, che prende spunto soprattutto dalla situazione dell’ex Yugoslavia: questo lavoro gli permette di conquistare il suo primo disco di platino. Nel 1995 è invece la volta di LABERINTO, che lo porta in giro per la Spagna e l’America Latina in un lungo tour.
Nel 2007 - per celebrare i trent’anni di carriera - esce PAPITO, che contiene dei rifacimenti di diverse canzoni cantata in duetto con artisti internazionali: Alejandro Sanz, Fangoria, Laura Pausini, Shakira, Julieta Venegas, Ricky Martin, Amaia Montero a Michael Stipe dei R.E.M. Nel 2010 esce CARDIO, mentre ad aprile 2011 esce il Dvd/CD intitolato CARDIO TOUR, che raccoglie i momenti più importanti della tournée mondiale di Bosè. A settembre 2012 esce il nuovo lavoro PAPITWO, che vede la collaborazione con alcuni artisti italiani tra cui Tiziano Ferro. (26 nov 2017)