Biografia

Nasce a Roma nel 1955. Impara da autodidatta a suonare la chitarra (del fratello) e insieme all’amico Amedeo Minghi fonda un complesso. I du si perdono poi di vista, ma è proprio MInghi a segnalare Castelnuovo alla IT e a produrgli il debutto discografico, il 45 giri “Oceania” (1981).
L’anno seguente partecipa al Festival di Sanremo con "Sette fili di canapa", che intitola anche l’album di esordio. All’uscita del disco segue un tour con Marco Ferradini e Goran Kuzminac.
Torna a Sanremo nel 1984 con “Nina”, che è inclusa nell’album MARIO CASTELNUOVO. Del 1985 è invece E' PIAZZA DEL CAMPO. Tra il 1986 e il 1988, con Gaio Chiocchio, Mario scrive diversi pezzi per Paola Turci, con due dei quali, "L'uomo di ieri" e "Primo tango", la Turci partecipa al Festival di Sanremo (1986 e 1987). VENERE esce nel 1987, preceduto dalla partecipazione a Sanremo con “Madonna di Venere”.
Escono poi SUL NIDO DEL CUCULO (1988) e la raccolta con tre inediti COME SARA’ MIO FIGLIO (1991).
Gli album successivi, CASTELNUOVO (1993) e SIGNORINE ADORATE (1996), preludono a un silenzio discografico interrotto solo nel 2000 da BUONGIORNO, poi ristampato l’anno seguente con un brano in più.
Nel 2003 scrive alcuni brani strumentali per la trasmissione televisiva "Alle falde del Kilimangiaro".
Nel 2005 pubblica un nuovo album, COM'ERANO VENUTE BUONE LE CILIEGIE NELLA PRIMAVERA DEL '42, al quale contribuiscono vocalmente la regista Lina Wertmüller e l’attrice Athina Cenci.
Nel gennaio del 2009 pubblica il romanzo “Il badante di Che Guevara”. (10 feb 2009)