Biografia

I King Crimson nascono nel 1969 su iniziativa del loro leader carismatico, il chitarrista Robert Fripp, che mette insieme Greg Lake (basso), Ian McDonald (tastiere), Mike Giles (batteria) e il paroliere Pete Sinfield. L’esordio presso il grande pubblico arriva con il concerto in Hyde Park organizzato dai Rolling Stones per ricordare Brian Jones, seguito a pochi mesi di distanza dalla pubblicazione di IN THE COURT OF THE CRIMSON KING, album considerato un caposaldo del progressive rock. L’anno successivo è la volta di IN THE WAKE OF POSEIDON, ideale seguito del precedente lavoro anche in termini di successo, mentre già i Crimson si affermano come formazione dall’organico in perenne cambiamento, legato soprattutto agli instabili istinti del suo leader. Nel 1971 esce LIZARD, di sicuro un momento più pop rispetto ai precedenti lavori, realizzato senza il contributo vocale di Greg Lake, finito con Emerson e Palmer. ISLANDS e il live EARTHBOUND precedono un breve stop della band, avvenuto nel 1972 quando Fripp si ritrova da solo (e con una nomea da tiranno nei confronti di quanti suonano nei suoi gruppi). La nuova formazione - realizzata con il batterista Bill Bruford e il bassista John Wetton segue un nuovo corso musicale che vede la pubblicazione di classici come LARKS' TONGUES IN ASPIC, STARLESS AND BIBLE BLACK e RED, che pone la parola fine alla carriera del gruppo, almeno per quanto riguarda gli anni ’70. Nel 1981 infatti esce DISCIPLINE, nuovo strabiliante ritorno in pista della formazione, quasi totalmente rinnovata: alla batteria c’è ancora Bill Bruford, mentre al basso è arrivato Tony Levin e all’altra chitarra e voce Adrian Belew. Nel 1984 arriva il secondo stop della formazione: Belew prosegue come solista, così come Fripp, mentre Levin e Bruford continuano a lavorare come sessionman di molti musicisti storici. La storia dei King Crimson riparte nel 1991 con la pubblicazione di un’antologia, ESSENTIAL KING CRIMSON, seguita dal box FRAME BY FRAME e dal live THE GREAT DECEIVER. Il ritorno vero e proprio arriva con il mini-cd VROOM e con l’album del 1994 THRAK, celebrato ancora una volta da critica e pubblico. Segue il doppio live B’BOOM , e poi ancora due live, THRAKATTAK e EPITAPH, che fanno segnare l’entrata in formazione dell’altro bassista Trey Gunn e dell’altro batterista Pat Mastelotto. E’ con loro che Fripp teorizza la nuova formazione dei King Crimson come un doppio trio, come dimostra anche parte delle incisioni contenute in CIRKUS, l’ultimo live del gruppo, uscito nel 1999. L'anno successivo esce THE CONSTRUKCTION OF LIGHT, che conferma le caratteristiche del nuovo corso della band di Robert Fripp. Nel 2002, la band torna sulla scene con l'EP HAPPY WITH WHAT YOU WANT TO BE HAPPY WITH, che anticipa l'album THE POWER TO BELIEVE, del 2003. Nel 2008 il gruppo ritorna ad esibirsi dal vivo con una formazione rinnovata. Nel 2013 la band si ritrova, ma senza Adrian Belew. (30 gen 2018)