Biografia

È il 1964 quando il batterista Enrico Maria Papes, il chitarrista Mino Di Martino e suo fratello Sergio al basso, allora ventenni, formano I Giganti. Nel 1965 si unisce al trio il tastierista Checco Marsella. Il primo grande successo è “Tema”: terza classificata al Disco per l’estate del 1966, raggiunge la vetta della Hit parade e venderà un milione di copie. Primo posto in classifica anche con “Proposta”, presentata a Sanremo l’anno dopo e ugualmente premiata dalla terza piazza; sempre del ’67 è la “scandalosa” e censuratissima “Io e il presidente”, con la quale I Giganti si piazzano - manco a farlo apposta - terzi al Cantagiro. Nel ’68 il gruppo prende nuovamente parte al Festival di Sanremo con “Da bambino”, in coppia col debuttante Massimo Ranieri. Una partecipazione poco fortunata: la "regola del 3" s'infrange e lo stesso anno, a sorpresa, il gruppo si scioglie. I Giganti torneranno insieme nel ’70, e l’anno successivo pubblicheranno il loro lavoro più significativo, l’album concept sulla mafia TERRA IN BOCCA. Dopo qualche velleitaria reunion e una ventina d’anni nei quali a dare notizie di sé è soprattutto Mino Di Martino (forte di un'intensa collaborazione con il Franco Battiato più sperimentale, e autore per Alice), morto Sergio per malattia nel febbraio del ’96, Papes e Marsella riformano il gruppo nel ’98; il quartetto è oggi completato dal bassista Kambiz Kaboli e dal giovane cantante Giovanni De Luigi.

DISCOGRAFIA ESSENZIALE,
I GIGANTI - 1966
MILLE IDEE DEI GIGANTI – 1969
TERRA IN BOCCA – 1971
(23 ago 2002)