«BACK AND FORTH - Foo Fighters» la recensione di Rockol

Foo Fighters - BACK AND FORTH - la recensione

Recensione del 14 giu 2011

La recensione

I "rockumentary" sono delle brutte bestie. Il genere è inflazionato e difficilissimo da fare, soprattutto dopo "This is Spinal Tap" (se non l'avete mai visto, correte: è un falso documentario sulla storia di una inesistente metal band inglese in tour in America, e prende in giro tutti gli stereotipi, sia del rock che della sua rappresentazione. Girato da Rob Reiner nell'84 - "Harry ti presento Sally" - è probabilmente uno dei più bei film rock di sempre).
Tutto questo per dire che quando vedi un bel rockumentary, la soddisfazione è doppia. "The promise" di Springsteen, Quello sullo Shea Stadium e sulla carriera di Billy Joel, "Trobadours" (su James Taylor e Carole King). E ora questo gioiello sui Foo Fighters, "Back and forth", che è andato nei cinema qualche settimana fa (ovviamente con diffusione limitata), su VH1 e ora arriva in DVD, anche in Italia.
C'è una frase che dice Dave Grohl, ad un certo punto. La dice a proposito dei videoclip della band, è per certi versi banale ma la si può estendere: "Noi prendiamo la musica molto seriamente. Ma vogliamo divertirci". Ecco: lo spirito rock 'n' roll dei Foo Fighters - che questo documentario rappresenta perfettamente - è questo mix di etica e cazzeggio.
Il documentario si apre con la storia degli ultimi giorni dei Nirvana, raccontata da Grohl e da Pat Smear, il chitarrista dei Germs che suonò con la band in quel periodo, e che sarebbe ritornato nei Foos. Tra interviste e materiali d'archivio si va avanti fino a "Wasting light", registrato nel garage di casa di Grohl.
Che altro c'è da dire? Una bella storia rock, raccontata senza troppa indulgenza e senza troppa retorica, in maniera piacevole e con un'ottima quantità di filmati d'archivio.
Un testo di studio obbligatorio per ogni giovane band, una manna per i semplici appassionati.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.