«REMEMBER THAT NIGHT - David Gilmour» la recensione di Rockol

David Gilmour - REMEMBER THAT NIGHT - la recensione

Recensione del 12 nov 2007

La recensione

Chi c’era probabilmente ricorderà quelle notti di fine maggio. Anno 2006. Royal Albert Hall di Londra. L’ex voce e chitarra dei Pink Floyd David Gilmour tiene tre concerti nella storica location londinese (tutti rigorosamente sold-out), nell’ambito del tour promozionale per il suo terzo lavoro solista “On an island”.
Un anno e mezzo dopo ecco “Remember that night”, un doppio DVD che consente, anche a chi non si è potuto permettere la trasferta londinese, di gustarsi lo spettacolo di Gilmour e soci. Sul palco il chitarrista è infatti accompagnato da un compagine di sapienti musicisti, tra i quali spiccano l’ex floydiano Richard Wright (tastiere, voce), l’ex Roxy Music Phil Manzanera (chitarra, voce) e quattro musicisti da tempo nel giro dei Pink Floyd prima e di Gilmour poi: Jon Carin (tastiere, lap steel guitar, programming, voce), Guy Pratt (genero di Wright, basso), Steve DiStanislao (batteria) e Dick Parry (sassofono).
Il concerto comincia con la prima parte dello storico album “Dark side of the moon” (“Speak to me”, “Breathe” e “Time”) e prosegue alternando successi storici dei Pink Floyd come “Shine on you crazy diamond”, “High hopes”, “Echoes”, “Wish you were here”, “Confortably numb” e brani tratti dall’ultimo lavoro solista dell’artista di Cambridge. Un’ulteriore scossa alla serata viene dalla presenza di prestigiosi ospiti che salgono sul palco con Gilmour: David Crosby e Graham Nash (“On an island”, “The Blue”, “Shine on you crazy diamond”, “Find the cost of freedom”), Robert Wyatt (“Then I close my eyes”) e David Bowie (“Arnold Layne”, “Confortably numb”).
Il Bonus Disc si presenta davvero denso di contenuti. La prima parte include cinque brani tratti sempre dalle serate alla Royal Albert Hall, di cui tre suonati con Richard Wright (“Wot’s…uh the deal”, “Dominoes”, “Wearing the inside out”, “Arnold Layne” e “Confortably numb”). Si passa poi a “Breaking bread, drinking wine”, un documentario di 46 minuti girato dietro le quinte del tour da Gavin Elden: dalle prove prima della partenza, passando per la data veneziana, fino all’ultimo appuntamento a Gdansk (Polonia). Ecco quindi un’altra carrellata di episodi registrati in diverse occasioni: “Dark globe” (canzone di Syd Barrett, registrata a Vienna nell’estate 2006), “Astronomy domine” (versione inedita registrata ad Abbey Road, ma non inclusa nel “Live At Abbey Road”), “This heaven” (dalle AOL Sessions), “Island Jam” (versione 2007 registrata al “The Barn”) e cinque brani tratti dal BBC Mermaid Theatre Concert (“Castellorizon”, On an island”, “The blue”, “Take a breath”, “High hopes”).
Fine? No, anzi. Ecco ancora due documentari: “Making of On an island” e “West Coast”. Il primo è stato girato durante la lavorazione dell’ultimo lavoro solista di David Gilmour, il secondo dietro le quinte del concerto di Los Angeles, con alcuni divertenti filmati ad opera di Richard Wright..
Da segnalare i videoclip di “On an island” e “Smile”, un’ampia photo gallery e le cosidette “Easter eggs”, ovvero gli oggetti nascosti: una versione acustica di “Echoes” (parte dopo “Dark globe”, esclusivamente selezionando il brano direttamente dal menù); un breve video casalingo di David che suona il cumbus, tipico strumento turco (si deve cliccare su un firework che appare dopo 20 secondi di attesa nel Main Menu); un video di una versione dance di “On an island” (si deve cliccare su un firework che appare dopo 20 secondi di attesa nel menù delle bonus track della Royal Albert Hall).
“Remember that night” è una pubblicazione davvero ricca: un concerto di quelli che sanno ancora far venire la pelle d’oca e una valanga di contenuti extra. Tropp, forse, a meno che non si abbia un’intera giornata a disposizione.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.