«GLI ANNI SETTANTA - Giorgio Gaber» la recensione di Rockol

Giorgio Gaber - GLI ANNI SETTANTA - la recensione

Recensione del 06 nov 2007

La recensione

Continua l’opera di recupero del materiale storico del Signor G., portata avanti dalla fondazione Gaber con diversi partner: in questo caso RadioFandango per i DVD. Questo è il secondo volume della serie, dedicato agli anni ’70, come nel titolo: un periodo cruciale per Gaber, che proprio in quegli anni si allontana dalla canzone e dall’industria discografica tradizionale, e inizia a sperimentare con il teatro. Nasce così il Teatro Canzone, mentre Gaber si allontana anche dalla televisione, che tanto aveva contribuito ad affermarlo.
Questa storia è raccontata nel libro, curato con dovizia di particolari dal giornalista Andrea Pedrinelli e dalla fondazione Gaber. Il doppio DVD invece contiene materiale molto interessante. Il primo dischetto è teatro alla televisione: contiene le ultime apparizioni TV del signor G, tra il ‘70 e il ’73, tra cui una fenomenale esecuzione a “Senza rete” de “La libertà” e uno spettacolo per la TV Svizzera derivato dai primi esperimenti teatrali con Luporini di Quel periodo. Poi Gaber si ritira dal piccolo schermo: infatti il secondo DVD è la televisione a teatro: riprese della RAI al Lirico di Milano di due spettacoli “antologici” appositamente allestiti nel 1979. Chiude il tutto come bonus una breve esibizione televisiva del 1972, con Mina, con cui aveva iniziato il decennio con un receitale a teatro.
Insomma, un DVD di grande valore documentaristico, ma che inevitabilmente non copre gli anni centrali del decennio, la fase più esaltante della carriera di Gaber.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.