«WHEN THE LIGHT IS MINE: BEST 82-87 - R.E.M.» la recensione di Rockol

R.E.M. - WHEN THE LIGHT IS MINE: BEST 82-87 - la recensione

Recensione del 20 set 2006

La recensione

“When the light is mine” è la versione in DVD della nuova raccolta dei R.E.M., uscita in CD con il titolo “...And I feel fine”. In entrambi i casi il sottotitolo è uguale “The IRS years 1982-1987”, ovvero gli anni da indipendente della band di Michael Stipe, cinque dischi per l'etichetta IRS guidata da Miles Copeland, fratello di Stewart dei Police. Due raccolte dallo stesso sottotitolo, dicevamo ma con un fine molto diverso.
La versione CD sistematizza un periodo a cui erano già state dedicate diverse compilation, alcune buone altre molto pasticciate e prodotte senza il consenso della band: insomma, è il “bigino” definitivo di quel periodo, e ne parleremo presto anche nello spazio recensioni.
Iniziamo invece a parlare di questa versione DVD, che è ancora più interessante, perchè colma un vuoto: la produzione video della band nel primo periodo, precedentemente raccolta in un vecchio VHS ormai sparito dalla circolazione da anni. Michale Stipe, da studente delle scuole d'arte, era legato all'ambito del cinema indipendente americano e la prima produzione è uno spaccato storico di cosa erano i videoclip sperimentali“non-MTV” di quel periodo. Dopo un primo esperimento con "Wolves, lower" (clip perfortuna rimasto inedito, che oggi fa tenerezza per l'ingenuita), la band ha deciso di realizzare video sperimentali rifiutandosi fino al 1991 di cantare in playback (usando il famigerato “lip-synch”, muovere le labbra in sincrono con la musica preregistrata). L'unico video dove si vede Stipe cantare è “So. Central Rain”, dal vivo in studio.
Dove invece si vede la band, e come la si vede, sono nelle numerose performance televisive dal vivo riunite nel DVD: un altro bellissimo documentario di che cos'era la TV musicale del tempo, e dell'irruenza giovanile della band. Guardatevi, su tutte, la performance all'Old Grey Whistle Test – storico programma inglese – di una “Pretty persuasion” carica come non mai. Peccato che questa versione non comprenda l'intro in cui Stipe canta "Moon river", presente invece in un recente DVD antologico della trasmissione TV inglese.
Insomma, un bel prodotto sui tempi andati, in attesa di quelli a venire: consigliato ai fan, e non solo.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.