«LIVE IN THE LOWLANDS - Willy DeVille» la recensione di Rockol

Willy DeVille - LIVE IN THE LOWLANDS - la recensione

Recensione del 24 apr 2006

La recensione

Willy DeVille è uno dei simboli degli Stati Uniti, da sempre legato agli usi e costumi degli indiani d’America, ma anche alla musica country-tradizionale, al blues, al cajun, dello zydeco, al voodoo, al funk. Dopo aver iniziato la sua carriera con una band di nome Mink DeVille (1977), dieci anni dopo sceglie il suo attuale pseudonimo (il suo vero nome è William Borsey) con il quale pubblica ben nove album. L’ultimo della serie, intitolato “Crown Jane Alley”, è stato dato alle stampe nel 2004, un disco molto apprezzato dai fan del musicista al quale ha fatto seguito un lungo tour mondiale di presentazione.
“Live in the lowlands” riprende proprio una di queste tappe, più specificatamente quella del 2005 al leggendario Paradiso di Amsterdam. In 118 minuti Willy DeVille ripercorre la sua leggendaria carriera fino ad arrivare agli ultimi successi: si parte con “Low rider” e si continua con “Chieva”, “Even while I sleep”, “Come a little bit closer”, “Downside of a town”, “Muddy Waters rose out of the Mississippi mud”, “Steady driving man”, “Running through the jungle”, “Bacon fat”, “Crow Jane Alley”, “Slave to love”, “Savoir faire”, “Cadillac walk”, “Demasiado corazon”, “Just your friends”, “Change of heart”, “Cry to me”, “Spanish stroll”, “Can’t do without it”, “Hey Joe” e “Let it be me”. Sul palco Willy DeVille trasmette una grande energia e carica, accompagnato da musicisti di grande calibro come il chitarrista Freddy Koella, il contrabbassista David Keyes, il batterista Boris Kinberg, il tastierista Kenny Margolis e l’armonicista Hook Herrera.
La pubblicazione è completata da una bella ed accurata intervista (con sottotitoli in italiano) nella quale Willy ed alcune persone a lui vicine, ripercorrono la sua quasi trentennale carriera.
“Live in the lowlands” è un’opera semplice ma ben curata che permette anche ai neofiti di avvicinarsi ad un musicista dotato di grande personalità e coerenza.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.