«SANGUE E CENERE - Gang» la recensione di Rockol

Gang - SANGUE E CENERE - la recensione

Recensione del 02 mar 2015

La recensione


A distanza di quattordici anni dalla pubblicazione del loro ultimo album di inediti in studio, i Gang tornano con "Sangue e cenere", undici nuove canzoni prodotte da Jono Manson e registrate tra il Drum Code Studio di Sesta Godano (SP) e alcuni studi di registrazione statunitensi tra cui il The Kitchen Sink di Chupadero (NM, Stati Uniti) e il The Clubhouse di Rhinebeck (New York).
Alle registrazioni di "Sangue e cenere", oltre ai fratelli Severini e a Charlie CInelli (basso e contrabbasso) e Marzio Del Testa (batteria e percussioni), hanno preso parte numerosi musicisti: Jason Crosby (piano, violino e tastiere), John Egenes (mandolino, banjo e pedal steel), Bran Leeper (organo Hammond e fisarmonica), Garth Hudson (fisarmonica), Eric Ambel (chitarra elettrica), Char Rothschild (fiati, fisarmonica e tromba) e Barry Danielian e Clark Gayton (tromba e trombone, entrambi già al servizio di Bruce Springsteen nella E Street Band). Senza dimenticare l'Orchestra Pergolesi diretta dal Maestro Stefano Campolucci e composta da un totale di ventidue elementi.
La foto di copertina è opera di Paolo Simonazzi, mentre la location fotografica è il Gran Teatro dei Burattini di Luciano Pignatti. Il tutto è stato poi affidato ai grafici Stefano Steo Zacchi e Luca Guerri. Nella copertina di "Sangue e cenere", a detta del frontman dei Gang Marino Severini, sono presenti numerose citazioni e riferimenti (l'Armata Brancaleone, le nebbie di Fellini, i cuori solitari del Sergente Pepper etc.).
La pubblicazione di "Sangue e cenere" è stata anticipata da quella di brani "Gli angeli di Novi Sad" (lead track pubblicata su SoundCloud) e il primo singolo "Nel mio giardino".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.