«BLU - Garbo» la recensione di Rockol

Garbo - BLU - la recensione

Recensione del 16 mag 2002

La recensione

Garbo ha raggiunto una buona popolarità negli anni ‘80 grazie a uno stile che si rifaceva ad atmosfere rock decadenti (David Bowie era il nome tirato in ballo con più frequenza) e a brani come “Quanti anni hai?” e “Radioclima” (col quale si è aggiudicato il premio della critica al Festival di Sanremo nel 1984). Il cantautore ha proseguito la sua carriera staccandosi dalle major nel decennio successivo. “Blu” segna il ritorno a una maggiore esposizione per un personaggio che non ha mai smarrito la capacità di scrivere canzoni personali, questa volta calate in un’atmosfera prevalentemente notturna.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.