«ADELE E I SUOI EROI - Adel Tirant» la recensione di Rockol

L'esordio di Adel Tirant

La cantautrice omaggia i suoi eroi nelle canzoni contenute nel suo album d'esordio.

Recensione del 28 apr 2019 a cura di Redazione

La recensione

"Adele e i suoi eroi": dieci tracce, più una bonus track, "Settembre", scritte in un periodo lungo alcuni anni, che segnano l'esordio discografico di Adel Tirant. Definirla cantautrice è riduttivo: Adel Tirant è cantante, autrice, attrice (ha recentemente recitato in "Lo spietato" di Renato De Maria, con protagonista Riccardo Scamarcio - ma negli anni ha lavorato anche con Giuseppe Tornatore, Michael Radford e Ridley Scott), per dieci anni è stata una delle voci e dei volti principali dello spettacolo "Dignità autonome di prostituzione" di Luciano Melchionna (e ha recitato per - tra gli altri - Michele Sinisi, Ninni bruschetta, Walter Manfrè). Dopo il precedente progetto cantautorale Le Scarpette Rosse, che la vedeva condividere i palchi e le sale di registrazione con la chitarrista Cristiana Giustini, si è ora messa in proprio e complice una campagna di crowdfunding è riuscita a mettere su un disco tutto suo, che esce per l'etichetta discografica indipendente campana Soter Label.

L’arrangiamento e la produzione artistica del disco sono a cura di Giovanni Block (cantautore, compositore e ideatore del format Be Quiet, palco libero fra musica e teatro trasmesso anche su Rai Due). L’incontro con Giovanni nasce all’interno dello spettacolo “Dignità autonome di prostituzione”: "Abbiamo cercato di dare un taglio musicale che fosse vicino ai nostri gusti, che vanno dai cantautori degli anni sessanta, alle colonne sonore, alla chanson francese", spiega la cantautrice a proposito del disco. Le canzoni sono scritte in italiano, in siciliano (omaggio alle sue radici) e in francese (per omaggiare invece i suoi eroi: da Serge Gainsbourg a Edith Piaf).

La traccia bonus, "Settembre", si differenzia dal resto dell'album per le sonorità, che strizzano l'occhio alla disco anni '70, complice la collaborazione con Giovanni Paolo Liotta (che ne ha firmato anche l'arrangiamento). "L'incantesimo" è stato invece arrangiato dal pianista Francesco Lettieri e registrato in studio in sessione live.

"Adele e i suoi eroi" è stato registrato presso lo studio Il parco di Ninni Pascale a Napoli e vanta le chitarre di Luigi Scialdone, musicista dei Foja e la partecipazione del gruppo napoletano degli Epo all'arrangiamento del brano "Chiddi chi erumu".

TRACKLIST

01. Così scrisse Oliveira (03:34)
02. Un homme qui me plait comme toi (03:30)
03. La giostra (03:15)
04. Chiddi chi erumu (05:36)
05. L'isola di Arturo (03:33)
06. La maison des chats (03:13)
07. Santa Lucia (03:46)
08. Blu Lou (02:38)
09. Non c'è che mare (03:21)
10. L'incantesimo (03:33)
11. Settembre (03:41)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.