«MOST HATED - Jamil» la recensione di Rockol

Jamil - MOST HATED - la recensione

Recensione del 12 dic 2018 a cura di Redazione

Voto 6/10

La recensione

A quattro anni di distanza dall'uscita del suo album d'esordio "Il nirvana" torna Jamil, rapper veronese di origini iraniane classe 1991. Si intitola "Most hated" e vede il rapper fare un bel passo in avanti rispetto a quanto proposto in passato: tra gli ospiti del disco ci sono Vacca (padrino artistico di Jamil, insieme al quale nel 2014 ha inciso l'album "Del padre, del figlio"), Laioung e J-Ax.

"Most hated" è certamente un lavoro più maturo rispetto alle cose fatte in passato da Jamil, un disco duro e senza misure, caratterizzato da un approccio rap pieno di parole e incastri, ma sopra a sonorità trap. I testi sono caratterizzati da un tono combattivo (d'altronde Jamil afferma di essere il rapper più odiato della scena - da qui il titolo dell'album): "Questi che mi chiedono del disco, lo capisco / ho aggredito così tanti rapperini che potevo sì chiamarlo aggre-disco / così tanta carne di questi rapper che mia mamma si aprirebbe un agriturismo / nel mio disco pochi feat fra, no turismo / sto guidando sì da solo, una gran turismo / scusa l'eufemismo, sembra quasi autismo / questi moriranno di narcisismo", rappa nell'incipit del pezzo che apre l'album, "Trap baida".

Laioung canta il ritornello di "Animali" (che parla del paragone tra gli animali e l'uomo), Vacca affianca Jamil in "Taxi" (che somiglia quasi ad un dialogo in rima tra i due rapper), J-Ax compare invece in "Di tutti i colori" (che parla delle varie sfumature della generazione millenials).

TRACKLIST

01. Trap Baida (03:38)
02. Di tutti i colori (03:13)
03. KO (03:10)
04. Taxi (02:56)
06. Mamma mia (02:49)
07. Come la Francia (02:51)
08. Animali (03:07)
09. Most Hated (03:51)
10. Verona (02:32)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.