«MONUMENTI - Alcesti» la recensione di Rockol

Alcesti: leggi qui la recensione di "Monumenti"

Primo EP ufficiale per la band di Treviso, a due anni dal disco d'esordio.

Recensione del 10 mag 2018 a cura di Marco Jeannin

La recensione

Questo lavoro è la continua presa di coscienza, la forza della crescita e la malinconia dell'ingenuità. La voglia di ritornare nel ventre caldo e privarsi di ogni responsabilità contrapposta alla voglia di conquistare ciò che amiamo ad ogni costo.

Gli Alcesti, da non confondere con i francesi Alcest, sono è una band indie nata a Treviso nel 2013, formata da Marco Ferrante, Mattia Quaglia e Stefano Cocco. Il gruppo pubblica nel 2016 il primo album, “Nell’esistente e nell’onirico” prodotto da Tommaso Mantelli (Captain Mantell, Il teatro degli orrori) e distribuito da Dischi Soviet Studio. Un buon esordio cui oggi i tre ragazzi fanno seguito pubblicando “Monumenti, il primo EP ufficiale, quattro pezzi di sano indie pop dai contorni bene definiti, vedi l’opening “Placenta”, cantati ovviamente in italiano ma con sfumature (di suono e arrangiamenti) che rimandano talvolta a panorami più tipicamente hardcore e post rock, come l’interessante titletrack e “Nostri mostri”, o sintetici come nel caso di “Talamo. “Monumenti”, registrato e prodotto da Martino Cuman (Non Voglio Che Clara), da bravo EP qual’è, riprende da una parte i discorsi iniziati con “Nell’esistente e nell’onirico”, il cui però taglio post rock era nettamente più evidente, per aprire a quello che potrebbe essere il futuro della band. Un futuro dai contorni più smussati, più accessibile ed immediato.

Un cambio stilistico sottolineato dalla scelta dei colori fluo della copertina di questo EP, completamente all’opposto rispetto al bianco e nero nebbioso della cover del disco precedente. Ora non resta che chiedersi: la strada imboccata è quella giusta? Staremo a vedere. La curiosità c'é. 

TRACKLIST

01. Placenta
02. Monumenti
03. Talamo
04. Nostri mostri
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.