«BACKPACK - Francesco De Gregori» la recensione di Rockol

"Backpack", la discografia completa di De Gregori in un box

La valigia del cantautore: 32 CD in repliche fedeli agli originali, e un libro. Ecco tutto l'opera del grande De Gregori, raccolta in unico box: la recensione

Recensione del 08 dic 2016 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Si può rinchiudere tutta la carriera di un grande artista in uno zainetto? Ecco il "backpack" di Francesco De Gregori. Ma più che uno zainetto, è una bella valigia, quella che contiene tutti i suoi dischi. La valigia del cantautore, per parafrasare il titolo di un suo album e di una sua canzone.

La storia del disco

Nel 1972 usciva "Theorius Campus", il debutto discografico di Francesco De Gregori, in un disco a due con Antonello Venditti. L'anno scorso, è uscito "Amore e furto", il suo tributo al maestro Bob Dylan. In mezzo quasi 45 anni di onorata carriera per colui che in Italia è sinonimo della parola "Cantautore". 
Per ripercorrere la sua discografia, Francesco De Gregori ha scelto di valorizzare la sua produzione mettendo in commercio un box omniocomprensivo. "Backpack", più che alle discografie diffuse in edicola come si fa spesso in Italia,  si rifà invece ad un modello usato dalla discografia anglosassione internazionale. Proprio il suo maestro Bob Dylan ha compiuto un'operazione simile, un paio di anni fa, così come Springsteen e altri artisti. Per usare invece un termine di paragone letteraria,"Backpack", assomiglia ad un Meridiano, come quei libri rilegati che riuniscono l'opera di un autore.

Come suona e cosa c’è dentro

"Backpack" è un box che comprende 32 CD: sono tutte repliche fedeli, fronte e retro (o apribili, se nella versione originale lo erano). Il tutto  impreziosito da un bel libretto (dalle dimensioni del CD) di 268 pagine, con schede e descrizioni di tutti gli album, curate da Enrico DeRegibus, che di DeGregori è il massimo esperto tra i giornalisti.

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga)
Se siete mega-fan del Principe, avrete già tutti questi dischi. Ma l'oggetto in sé merita per la qualità delle repliche e della manifattura. Se vi manca qualcosa, invece, è un'ottima occasione. 
Certo, date le dimensioni, il prezzo è imponente come ciò che contiene: "Backpack" è disponibile solo in versione fisica ad un costo che sta sotto i 200€ (ma si trova facilmente attorno ai 140€). Il rapporto qualità prezzo è comunque ottimo: si finisce per pagare un singolo CD tra i 4 e i 6€, senza contare il valore aggiunto del libro. 

La canzone fondamentale

Impossibile sceglierne una, in tutto questo ben di Dio: si finirebbe o per andare sui classiconi, o fare scelte troppo particolari per cercare di distinguersi. Allora scegliamo "Alice", perché è la canzone che apre "Alice non lo sa", il secondo CD contenuto in questo box,ma il primo pubblicato a nome di De Gregori: "Un oggetto volante non identificato per quei tempi (e probabilmente anche per questi)", scrive giustamente  DeRegibus, "Ci sono dentro molte delle letture, degli ascolti, degli amori artistici del suo autore, filtrati dalla sua germogliante personalità compositiva. (...) Ci sono le libere associazioni della psicanalisi, personaggi simbolici e, non ultima, c'è una grazia musicale che De Gregori si porterà spesso dietro".

 

ALBUM CONTENUTI NEL BOX

“Theorius Campus” (1972)

“Alice non lo sa” (1973)

“Francesco De Gregori” (1974)

“Rimmel” (1975)

“Bufalo Bill” (1976)

“De Gregori” (1978)

“Banana Republic” (1979)

“Viva l’Italia” (1979)

“Titanic” (1982)

“La donna cannone” (1983)

“Scacchi e tarocchi” (1985)

“Terra di nessuno” (1987)

“Mira Mare” (1989)

“Catcher in the sky” (1990)

“Musica leggera” (1990)

“Niente da capire” (1990)

“Canzoni d’amore” (1992)

“Il bandito e il campione” (1993)

“Bootleg” (1994)

“Prendere e lasciare” (1996)

“La valigia dell’attore” (1997)

“Amore nel pomeriggio” (2001)

“Fuoco amico” (2002)

“Il fischio del vapore” (2002)

“Pezzi” (2005)

“Calypsos” (2006)

“Left & Right” (2007)

“Per brevità chiamato artista” (2008)

“Pubs and clubs live @ The Place” (2012)

“Sulla strada” (2012) “Vivavoce” (2014)

“De Gregori canta Bob Dylan – Amore e Furto” (2015).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.