«SOTTO QUESTO CIELO NERO - Bone Machine» la recensione di Rockol

Bone Machine - SOTTO QUESTO CIELO NERO - la recensione

Recensione del 17 ott 2016

La recensione

Ben più di 15 anni di concerti, cd, dischi, compilation, singoli e roghenrò, ossia il rock’n’roll italianissimo quello alla carbonara, con una bella dose di peperoncino rosso infuocato e tanta mitologia che pesca dalle leggende made in USA e in UK: Elvis, i Cramps, Gene Vincent, gli Stray Cats, i Meteors, Screaming Lord Sutch, i Guana Batz… insomma ci siamo capiti?

I Bone Machine sono laziali (nel senso che arrivano dal Lazio, non stiamo parlando di fede calcistica – sulla quale non abbiamo informazioni di sorta) e con passione ed energia immutate da tanto, tanto, tempo ci scaricano addosso le loro composizioni fatte per ballare e sudare, con testi a base di zombie, gorilla, mostri, cowboy westernati sbronzi come carrettieri in un’osteria di Ariccia, cimiteri, inferni, fantasmi e tanta voglia di esagerare in tutto, alla faccia della quotidianità che ti mette in ginocchio.

Chitarra/voce, batteria e contrabbasso: questa è la formula, classica e intramontabile. Non tutti, però, possono permettersi di praticarla con la sicurezza e la disinvoltura di Jack Cortese e i suoi i Bone Machine – che sono un vero gioiello per diseredati e creature delle paludi metropolitane che si fanno di rockabilly, psychobilly, rock’n’roll punkizzato senza pietà. Per loro stessi e per tutti gli altri.

Ottimo.

TRACKLIST

01. Rock'n'Roll o morte (02:10)
02. Noi siamo zombies (02:24)
03. L'uomo gorilla (02:23)
04. Sono sempre un cane (02:19)
05. Corsa all'inferno (02:24)
06. Questa notte ce ne andremo via (03:11)
07. Siedi accanto al fuoco (03:34)
08. La luna e la notte (03:11)
09. Nella fredda terra (03:32)
10. L'osservatore (02:13)
11. Senza piu' niente (02:40)
12. Un altro sorso di veleno (04:08)
13. Scavo la mia fossa (03:11)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.