«WE MOVE - James Vincent McMorrow» la recensione di Rockol

James Vincent McMorrow - WE MOVE - la recensione

Recensione del 14 set 2016

La recensione


La popolarità di James Vincent McMorrow è cresciuta parecchio nel corso degli ultimi mesi, complice l'essere stato campionato da Drake in "Views", la collaborazione con il dj Kygo in "I'm in love" e la presenza di una sua canzone nel trailer della serie tv più pop del momento, "Games of thrones". E così, per battere il ferro finché è caldo, il cantautore irlandese pubblica il suo terzo album in studio: "We move", questo il titolo del disco, arriva a due anni di distanza dal precedente "Post tropical", che gli era valso - tra le altre cose - pure una candidatura ai Choice Music Prize.





Il nuovo album nasce tra Barcellona, Los Angeles, Toronto, Londra e Dublino e vede McMorrow impegnato nelle vesti di produttore insieme a Nineteen85 (Drake), Two Inch Punch (Years&Years), Frank Dukes (Kanye West) e Jimmy Douglass (Timbaland). Anticipato dal singolo "Rising water", l'album contiene un totale di dieci canzoni dal taglio molto autobiografico: il cantautore vuota il sacco e racconta dei suoi problemi adolescenziali. "I lie awake every night", ad esempio, racconta dei disordini alimentari e del ricovero in ospedale - arrivò a pesare appena 32 chili. Rispetto ai precedenti lavori di McMorrow, "We move" è un disco dalle atmosfere più scure e ombrose. L'aspetto più interessante riguarda il rapporto tra i testi intimisti e cantautorali e le sonorità r&b, frutto della collaborazione con il team di produttori al quale abbiamo già accennato.

TRACKLIST

01. Rising Water (04:55)
03. Last Story (04:47)
04. One Thousand Times (03:19)
05. Evil (04:41)
06. Get Low (04:10)
07. Killer Whales (05:00)
08. Seek Another (04:08)
09. Surreal (05:38)
10. Lost Angles (04:20)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.