«UNPREDICTABLE - Le Donatella» la recensione di Rockol

Le Donatella - UNPREDICTABLE - la recensione

Recensione del 15 apr 2013 a cura di Pop Topoi

La recensione

La recensione migliore per quest'album l'ha scritta in quattro parole un mio amico in chat: "sembra una cosa vera". Quel pop di matrice elettronica solido, raffinato e assemblato con precisione chirurgica che trova la sua espressione migliore in artisti come Pet Shop Boys, Kylie Minogue e voci svedesi d'esportazione non è affare per gli italiani. C'è chi ci prova (citofonare Paola & Chiara o Anna Tatangelo nella sua più recente trasformazione), ma i risultati non sono quasi mai all'altezza dei prodotti internazionali. Sarebbe come chiedere agli svedesi di darsi al neomelodico: non ne verrebbe fuori nulla di credibile.
In questo deserto italiano, confinante con una scena dance trascurata e le lande sovrappopolate delle urlatrici post-Giorgia o post-Nannini, arrivano le Donatella. Per chi non avesse seguito l'ultima edizione di X Factor, le gemelle Provvedi finirono in squadra con Arisa. La cantante e il suo coach provarono da subito a forgiare una creatura pop/dance (tentativo già riuscito benissimo con Antonella Lo Coco), e azzeccarono perfino lo pseudonimo "camp". Le Donatella erano forse le più divertenti in gara e con loro Tommassini aveva la rara possibilità di giocare – buttando via gli alberi di cartapesta e altre menate concettuali. Le loro voci, però, non reggevano il confronto con quelle degli altri concorrenti. Dopo appena quattro puntate, le Donatella tornarono a casa; dopo cinque mesi, arriva "Unpredictable" e, come suggerisce il titolo, non se lo aspettava nessuno.
  Le Provvedi possono finalmente fregarsene di non essere ugole da talent: non essere ugole da talent: hanno un'immagine forte e – qui arriva la vera sorpresa – un primo album molto buono, scritto e composto da un team relativamente ristretto che viene perlopiù dalla dance. Viene subito da paragonarle a certe accoppiate internazionali: le gemelle Tegan & Sara, le finte amanti t.A.T.u., le nuove eroine del pop-che-piace-anche-a-Pitchfork Icona Pop, ma i punti di riferimento sono altri. Il singolo "Magic" è un chiaro omaggio ai Depeche Mode; "Love comes quickly" è una cover dei Pet Shop Boys ben riuscita pur essendo più spensierata dell'originale; in molti passaggi (soprattutto in "Inner child" e "Fade to black") si avverte un richiamo ai Ladytron, ma anche agli ultimi Goldfrapp o alla Minogue d'annata; "Thunder", la migliore dell'album, si confonderebbe senza destare sospetti nella discografia di Annie. 

Certo, non mancano le debolezze: talvolta le produzioni e le voci delle Donatella non hanno alcuna profondità, ma parte del fascino dell'album sta nel sentire questi due androidi monozigoti cantare con distacco di storie tormentate che probabilmente non hanno vissuto. Quando si toglie loro l'impalcatura elettronica da sotto i piedi, l'inesperienza risulta evidente e disastrosa, ma succede solo nell'ultima traccia acustica: nel resto del disco possono nascondersi dietro un electropop glaciale, ma tanto curato e patinato quanto la grafica della copertina. 
Con "Unpredictable" per una volta si può sprecare il termine "progetto". Non è uno scherzo, non è il tentativo di rianimare una carriera mai iniziata, non è un disco fatto di fretta e furia solo per sostenere un prodotto televisivo: contro ogni aspettativa, "sembra una cosa vera".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.