«...YA KNOW? - Joey Ramone» la recensione di Rockol

Joey Ramone - ...YA KNOW? - la recensione

Recensione del 28 mag 2012 a cura di Franco Zanetti

La recensione

Già più di dieci anni? Possibile? Controllo: macchè dieci, più di undici anni. Incredibile. La morte di Joey Ramone, benché fosse arrivata “preannunciata” dalla notizia della malattia, è stata uno spartiacque quanto quella di John Lennon (non fate quella faccia, non sto scherzando). Almeno, dico, per chi aveva visto nei Ramones- e nel loro frontman - il simbolo della rivoluzione sonora del punk. Da una parte dell’oceano Joey, dall’altra parte Johnny (Rotten) avevano guidato idealmente le ruspe che spazzarono via il rock vecchio e imbolsito degli anni Settanta (curioso: la prima riga di testo della prima canzone, “Rock and roll is the answer”, dice “Seven o’clock and I’m feelin’ rotten”). Joey, che è morto giovane come chi è caro agli dei, non ha avuto il tempo di coprirsi di rughe e di partecipare a programmi tipo “L’isola dei famosi”, come invece è purtroppo successo a Johnny (Lydon). E lo piangiamo e lo rimpiangiamo.
Dopodiché tocca ragionare, perché qui parliamo non di Joey Ramone, ma di un disco di Joey Ramone. Un lavoro che appartiene alla sdrucciolevole categoria dei “postumi”; già ne era uscito uno una decina d’anni fa (“Don’ worry about me”), ma quello era un album al quale Joey stava lavorando, che uscì incompleto ma comunque “voluto” dall’interprete. Diversa è la situazione per “...Ya know?”, che consiste essenzialmente nel completamento, avvenuto a cura del fratello di Joey, Micky Leigh, di alcuni demo (1977-1991) che l’artista si era lasciato dietro - e che erano tenuti in ostaggio da Daniel Rey, ultimo produttore di Joey. Per farlo, il produttore si è rivolto agli amici e agli estimatori di Joey: Joan Jett, Little Steven Van Zandt, Bun E. Carlos dei Cheap Trick, Dennis Diken degli Smithereens, Lenny Kaye e altri reduci/epigoni del punk.
Il risultato, fatta la tara all’emozione nel risentire l’inconfondibile voce di Joey, non è privo di spunti buoni, alcuni anche ottimi, ma risente inevitabilmente della discontinuità e dell’eterogeneità di quanti ci hanno messo mano. A parte le riletture di due canzoni del repertorio Ramones - “Merry Christmas (I don’t want to fight tonight)” e “Life’s a gas” - degli altri 13 pezzi del disco alcuni rimandano immediatamente al peculiare stile della band (l’iniziale “Rock and roll is the answer”, “There’s got to be more than life”, “21st Century girl”, ma anche “What did I do to deserve you?”); altrove ci sono tocchi di psichedelia (“Make me tremble”), rock’n’roll tradizionale (“Just like honey”), rockabilly (“I couldn’t sleep”), e affiora perfino un sintetizzatore (“Cabin fever”).
Nel complesso, il disco fila via liscio, con qualche rallentamento sul finale (e qualche canzone che forse suonava meglio come demo che come brano completato). Ma che facciamo, stamo a guarda’ er capello? Un’ora in compagnia della voce sempiterna di Joey - meglio se in automobile, a volume compatibilmente alto - ti fa dimenticare per un po’ Mario Monti, lo spread, il caro-benzina e l’aumento delle bollette della luce e del gas, e ti illude che davvero “life’s a gas”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.