«TIME WITHOUT CONSEQUENCE - Alexi Murdoch» la recensione di Rockol

Alexi Murdoch - TIME WITHOUT CONSEQUENCE - la recensione

Recensione del 20 dic 2010 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Un incidente di auto coinvolge diverse macchine, improvvisamente. E’ notte, ma si capisce che la situazione è tragica. Qualcuno arriva sul posto e cerca di aiutare come può chi è ferito gravemente. Una musica entra ed esce, aumentando la tensione. E’ il “season finale”, la sequenza di fine stagione di una serie; una sequenza di quelle che lascia tutti con il fiato sospeso: arriva alla fine di una puntata in cui molti problemi della serie sembravano risolti, ed invece eccolo lì, l’incidente che complica le cose, che crea il “cliffhanger”, la suspence per cui ti chiedi quale dei personaggi, nella nuova stagione, sopravviverà e chi morirà. La serie è “Brothers & sisters” – piena di attori famosi come Sally Field, Calista Flockhart, Rob Lowe, ma decisamente meno “cool” di altre che vanno per la maggiore – e la puntata è quella che chiude la quarta serie - Sky sta attualmente trasmettendo la quinta.
La canzone è “12”, di Alexi Murdoch. Funziona così, soprattutto oltreoceano: una canzone piazzata a dovere in un momento topico di una serie TV funziona molto di più di un videoclip. Gente come gli Snow Patrol hanno venduto milioni di copie grazie all’esposizione delle loro canzoni nelle serie TV, e i “music supervisor”, le persone che curano queste scelte, sono attualmente tra le persone più potenti del music biz americano.
Ne ho viste tante, di belle scene in cui la storia si integra con una canzone, e ti fa venire voglia di sapere di più dell’artista, andando a cercare in quei siti che diligentemente riportano i titoli della musica di ogni episodio, e che spesso sono proprio i siti ufficiali delle serie. Ma quella scena di “Brothers & sisters” che ho visto recentemente è una delle più belle, in questo senso. Mi ha fatto scoprire Alexi Murdoch, cantante inglese di origini greche, che ha pubblicato questo album nel 2006. Wikipedia spiega che le sue canzoni sono state usate in molte altre serie. E’ probabile che vi siate già imbattuti in una delle sue canzoni. E se non lo avete fatto, recuperatevi questo disco: ne vale la pena.
“12” è una lunga canzone quasi interamente strumentale, molto cinematografica nel modo in cui unisce suoni acustici, elettrici, effetti sonori e vocalizzi, con un crescendo davvero emozionante. Ma è soprattutto il resto a stupire: Murdoch scrive ottime canzoni, le canta bene e le arrangia meglio. La sua voce e i suoi modelli di riferimento sono quelli del cantautorato inglese classico (
Nick Drake, rievocato in quella “Orange sky” che ricorda “Northern sky”) e del cantautorato moderno che gioca con i suoni sintetici e con ritmi derivati dall'elettronica. E’ un ottimo disco, davvero, se vi piace il genere, con grandi canzoni come “Breathe”, sul versante più tradizionale e acustico e “Home” su quello più sperimentale ed elettronico, con un sound che ricorda quello di David Kitt.
Poi, dopo questo album, Murdoch si è perso: non ha più pubblicato dischi veri e propri. In rete gira “Toward the sun”, mini lp di canzoni che dovrebbero far parte del suo prossimo lavoro, previsto per il 2011. Si tratta di canzoni minimali ed embrionali, che non hanno lo spessore di quelle di questo “Time without consequence”. Benedette siano le serie, se anche ad anni di distanza ti fanno scoprire album come questi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.