«EVERYTHING THAT HAPPENS WILL HAPPEN TODAY - Brian Eno» la recensione di Rockol

Brian Eno - EVERYTHING THAT HAPPENS WILL HAPPEN TODAY - la recensione

Recensione del 01 set 2008 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Si nasce incendiari per finire pompieri? Ascoltando “Everything that happens will happen today” è legittimo pensarlo. I suoi autori sono Brian Eno e David Byrne: non solo due dei nomi più influenti della musica degli ultimi 30 anni, ma anche la coppia che nel 1981, pubblicò “My life in the bush of ghosts”. Un disco davvero rivoluzionario per l’epoca, con un uso di campionamenti e suggestioni musicali extra-occidentali destinato a fare scuola, oltre che a porre una serie di problemi ancora oggi attualissimi (la legalità dell’uso e della rielaborazione digitale di suoni e musiche prodotte da altri e le relative questioni di paternità – chi è l’autore che ne detiene i diritti, chi produce o chi rimastica?).
Oggi i due producono invece un disco reazionario, se ci passate il termine, usato senza connotati politici. Ma “Everything that happens…” è un disco “normale”, di canzoni. Un “Gospel elettronico”, lo definisce Brian Eno nelle note di copertina. E’ andata così: una sera a cena Eno dice di avere da parte delle musiche; Byrne si offre di completarle con testi e voci. Il risultato è un disco centrato sulla parte vocale, ma con musiche con il doppiofondo, stratificate. Talvolta molto dirette come l’uno-due iniziale “Home” – “My big nurse” o come "Life is long", altre volte più rarefatte come “I feel my stuff” con quell’uso delle percussioni elettroniche tipicamente “alla Eno”, simile ai suoni usati in alcuni momenti dell’ultimo disco solista “Another day on earth” o nella collaborazione con Paul Simon in “Surprise” .
Più che una vera e propria collaborazione, “Everything that happens” è un disco a strati, una sommatoria in cui c’è poca intersezione e molta riconoscibilità dei singoli contributi. Come peraltro capitava proprio nel disco di Simon, anche se in quel caso forse la cosa non era voluta.
Una volta i due guardavano avanti, oggi di fatto si guardano attorno. Detto questo: "Everything that happens..." è un gran disco, che vede Byrne decisamente più a fuoco che nelle ultime prove soliste, aiutato sicuramente dalle ottime musiche di Eno. Insomma, grandi canzoni con belle melodie e sonorità.
Forse, per apprezzare appieno questo album, bisogna far finta che “My life in the bush of ghosts” non esista. Per chi non l’ha mai sentito o per chi non se lo ricorda, “Everything that happens” è lavoro di primissima qualità. Lo anche per gli altri, che però si aspetteranno tutt'altro.
Per la cronaca, il disco è venduto esclusivamente sul sito www.everythingthathappens.com in tre versioni: una digitale a 9 dollari, una digitale e CD a 11.99 più spese di spedizioni e una deluxe 70 dollari, con un package particolarmente elaborato e 4 canzoni extra. Versioni ad altra qualità, in FLAC sono disponibili su richiesta, mentre i CD, informa il sito arriveranno entro la fine di novembre.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.