«BOY (DELUXE EDITION) - U2» la recensione di Rockol

U2 - BOY (DELUXE EDITION) - la recensione

Recensione del 04 set 2008

La recensione

Solitamente sono 3 i motivi per cui si compra una ristampa di un disco, in quest'ordine: il materiale “extra”, il re-packaging, la rimasterizzazione audio.
Quest'ultimo è il motivo che spinge gli artisti a ri-pubblicare i propri album: ripulirli con nuove tecnologie; ma all'ascoltatore medio, quello che non ha impianti di alto livello, interessa di più il resto.
Dopo la ri-edizione di “The Joshua tree” per il ventennale, gli U2 iniziano metodicamente la ripubblicazione del loro catalogo, con i primi tre dischi; il quarto, il live “Under a blood red sky”, arriverà in autunno. E la prima impressione è che la band non abbia lesinato alcunché da nessun punto di vista. Lasciando le considerazioni sulla rimasterizzazione ad audiofili più esperti di noi, ci limitiamo ad affrontare gli altri due punti. Il packaging, innanzittutto: “Boy”, “October” e “War” arrivano in CD doppio, con un libretto con note auotografe di The Edge, foto inedite e dettagli, in una lussuosa “Deluxe edition” del tutto al box doppio di “The Joshua Tree”, che peraltro aveva visto tre edizioni diverse, di cui una a libro con DVD aggiuntivo.
Queste tre, invece sono in edizione unica, con un secondo CD, che è forse la caratteristica più attesa. E qui bisogna fare i primi distinguo: perché è vero che c'è almeno una decina di bonus track per ogni disco, ma la qualità varia. Il più succulento è “Boy”, con tre canzoni del tutto inedite (anche se una, "Speed of life" è uno strumentale, un'altra, "Cartoon world" è registrata - maluccio - dal vivo e la terza, "Saturday nights" non è del tutto nuova, perché venne poi rielaborata in "Fire") e qualche versione live difficilmente recuperabile. Non male anche “October”, con ben 17 bonus, ma nessun vero inedito. Se non, finalmente, la ristampa su cd del famigerato singolo “A celebration”, piccolo gioello mai apparso su album, sempre rinnegato dalla band e inspiegabilmente lasciato fuori anche dal primo best of del 1998 (dove compariva invece il retro “Trash trampoline & the party girl”), finora recuperabile solo sul box digitale di 400 e passa canzoni pubblicato qualche anno fa su iTunes. Molto del materiale su questi bonus CD era già presente in quella sede, che comprendeva (anche se solo in formato digitale), album singoli e alcuni concerti live interi, come quello di Boston del 1981, qua riprodotto solo parzialmente. Il peggio, da questo punto di vista, è il CD bonus di “War”, che contiene un bel brano inedito, “Angels too tied to the ground”, e una serie di remix che hanno fatto il loro tempo, ormai; oltretutto, nella prima versione, il libretto aveva una tracklist sbagliata (vedi news).
Poi c'è il valore storico dei dischi in sé, che è immutato: inutile scendere nei dettagli, ma in questi dischi, sopratutto in “Boy” e “War”, gli U2 dimostrano una carica e un'urgenza che poi avrebbero perso a favore di altre caratteristiche: intensità, epica, ricerca sonora, e anche un po' di prosopopea.
Ma insomma: a voi decidere se vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto: forse qualche materiale bonus in più ci poteva stare, però ciò non toglie che era ora che gli U2 rimettessero mano come si deve ai loro primi dischi, e che comunque il lavoro fatto su queste ristampe è notevole e soddisferà (quasi) tutti i fan.

(Gianni Sibilla)

Clicca qui per la tracklist di “Boy”
Clicca qui per la tracklist di “October”
Clicca qui per la tracklist di “War
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.