«SLEEP THROUGH THE STATIC - Jack Johnson» la recensione di Rockol

Jack Johnson - SLEEP THROUGH THE STATIC - la recensione

Recensione del 21 feb 2008 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Da uno come Jack Johnson te lo aspetti. Te lo aspetti che incida un disco usando solo energia solare, che è “il gancio”, la notizia usata per lanciare questo suo quinto album, “Sleep through the static”, e che una frase in bella evidenza sul retro di copertina ricorda a chi, malauguratamente, se lo fosse lasciato sfuggire o, ancora più malauguratamente, dimenticato.
Jack Johnson è uno che ha costruito la sua carriera sulla fama di cantante per caso (ex-surfista professionista che ha imparato a suonare sulle spiaggia hawaiiane) e su un atteggiamente politicamente corretto, quasi buonista, diremmo noi: attento al territorio e al mare, è sempre stato impegnato in cause ecologiste.
Ma, soprattutto, è uno che ha costruito la carriera su canzoni semplici, quasi dimesse, ma rilassate e rilassanti. E, al di là di questo gancio, “Sleep through the static” non ha nuove notizie da offrire: forse solo un suono leggermente più pieno, con qualche tastiera in più, ma sempre volutamente votato all’understatement. Ma “No news, good news”, si dice: perché alla fin fine “Sleep through the static” conferma il talento di questo simpatico scavezzacollo hawaiano, che uno si immagina intento a sedurre belle signorine sulle spiagge con la sua chitarrina, e invece no: ha messo su famiglia, e il disco è dedicato alla sua nuova fase, ai suoi bambini al mondo in cui crescono e a quello in cui cresceranno.
Nulla di nuovo, appunto; ma “Sleep through the static” offre 51 minuti piacevolissimi, 14 canzoni virtualmente indistinguibili l’una dall’altra che piaceranno sia a chi già conosce Johnson, sia a chi potrebbe scoprirlo con questo disco.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.