«CON ME O CONTRO DI ME - Nomadi» la recensione di Rockol

Nomadi - CON ME O CONTRO DI ME - la recensione

Recensione del 13 apr 2006

La recensione

Dove si va?
Oltre che il titolo della nuova canzone, in questo momento è una domanda legittima da porre ai Nomadi. Finché non si ascolta il loro album, che spiega tutto alla perfezione.
Si va, continuando a stare nel proprio. Si va nella stessa direzione da cui si proviene. Se c’è in Italia una band che non tradisce mai le aspettative, questa band sono i Nomadi. Inossidabili, coerenti, immarcescibili. I Nomadi – con alterne vicende e qualche cambio di formazione; ci mancherebbe altro – sono sulla breccia da più di 40 anni. E nel loro essere nomadi hanno una stabilità di fondo che nessuno è mai riuscito ad eguagliare. Fanno dischi sempre buoni, a volte straordinari. Questo “Con me o contro di me” non delude, anzi, nasconde delle perle. Perché i Nomadi sono gente seria. Hanno uno zoccolo duro di fan che non li molla, a ragion veduta. Fanno musica da super-professionisti, ad altissimi livelli. In mezzo a un Sanremo inconsistente, con “Dove si va” hanno brillato per solidità. E badate, “Dove si va” non è l’unico bel pezzo di questo cd – che non è arrivato primo in classifica subito dopo il Festival solo perché è uscito a metà settimana, bruciandosi così due giorni utili per il computo delle vendite.
No, qui dentro ci sono anche – almeno – “Non è un sogno”, sulla necessità di assumersi le proprie responsabilità anziché continuare a ciarlare su chi dovrebbe fare qualcosa per migliorare la situazione del mondo, e poi “Con me o contro di me”, il pezzo che dà il titolo all’album, epico e liberatorio, e poi la romantica “l”Aviatore”, dalle atmosfere vagamente degregoriane, e ancora la dolce “Ricomincia così”. “Status symbol” ha ritmo e una musica forse un po’ troppo facile, ma mai sgradevole, e anche gli altri pezzi (in “Occhi aperti” e “Ci vuole distanza” suona il trombettista jazz Paolo Fresu) sono all’altezza.
Gente seria, i Nomadi. Gente che – per tornare al Festival – a Sanremo anziché andare per feste si è messa anche a fare un concerto in piazza, per la gioia dei fan di tutte le generazioni. Gente che non ha paura di spendersi e che non perde la voglia di fare musica sul serio, a differenza di tanti, troppi altri che oggi pubblicano dischi e sarebbe meglio non lo facessero.

(Paola Maraone)

Tracklist:
“Dove si va”
“Occhi aperti”
“Non è un sogno”
“Con me o contro di me”
“Ancora non so”
“Status symbol”
“Ci vuole distanza”
“L’aviatore”
“Ricomincia così”
“L’ultima salita”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.