«ALL THE PAIN MONEY CAN BUY - Fastball» la recensione di Rockol

Fastball - ALL THE PAIN MONEY CAN BUY - la recensione

Recensione del 28 lug 1998

La recensione

Questo è un disco rock. Lo diciamo con cautela, perché mette persino un po’ di soggezione, questo animale di un’altra era geologica, capitato per caso in questi tempi sofisticati. Pure, questi ragazzi sono cresciuti a Tom Petty e John Cougar, anche se non sono così fessi da rifarli, o da utilizzare un linguaggio rock che nessuno parla più. No, il fatto incredibile è che i tre Fastball suonano un rock americano onesto e moderno (per fortuna), con notevole personalità, e soprattutto con una inedita dignità che il rock di fine decennio non ritiene più di avere, impegnato com’è a dibattersi nella propria agonia. Provate ad ascoltare questo disco, e vi troverete scaraventati nella stessa America dei Creedence e di Roy Orbison: quella delle "Nowhere roads" e delle piccole città di provincia (come "Sweetwater, Texas", pezzo conclusivo dell’album). E il tutto con continuità coi "Good old days", come se certi scossoni non avessero provocato il declino del genere - divenuto "classico", e tale rock si fosse lentamente evoluto invece che ripiegarsi piagnucolando sulle proprie radici. Questo disco è una delle possibili risposte sul futuro del mainstream rock americano. E dall’imprevedibile, lusinghiero successo che "The way" sta avendo per radio, sembrerebbe che molti fossero in attesa di tale risposta.

Tracklist:

  • The way
  • Fire escape
  • Better than it was
  • Which way to the top?
  • Sooner or later
  • Warm fuzzy feeling
  • Slow drag
  • G.o.d. (Good old days)
  • Charlie, the methadone man
  • Out of my head
  • Damaged goods
  • Nowhere road
  • Sweetwater, Texas
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.