«EXPERIENCE - Jill Scott» la recensione di Rockol

Jill Scott - EXPERIENCE - la recensione

Recensione del 17 gen 2002 a cura di Alessandra Zacchino

La recensione

Registrato il 25 e 26 agosto alla Constitution Hall di Washington D.C. e presso The Tower, a Philadelphia, il 23 e 24 marzo 2001, “Experience: Jill Scott 826 +”, è un doppio cd che, in 120 minuti circa, cattura l’essenza di un’autentica “poetessa del nuovo soul”. Come Erykah Badu, Jill Scott ha deciso di bruciare le tappe: solitamente un album live arriva dopo una carriera già consolidata da diversi dischi di studio e, magari, anche dopo un greatest hits; in questo caso, “Experience”, giunge dopo appena un anno dall’esordio della cantante di Philadelphia con “Who’s Jill Scott? Words and music vol.1”. Una pubblicazione inaspettata, quindi, ma da considerarsi comprensibile, perché Jill Scott (come la Badu), è un’artista che si esprime pienamente sul palco e questo live lo dimostra pienamente. Accompagnata dalla sua band, Fatback Taffy, la Scott si muove con estrema disinvoltura nell’interpretazione dei suoi pezzi migliori e nel dialogo con il pubblico, come se fosse una consumata performer. Il suo approccio ricorda quello di un’altra grande della musica nera, Dianne Reeves; in effetti, risulta evidente una solida impronta jazz in quest’album: un sound corposo, un’atmosfera coinvolgente, una voce capace di ironia e grande pathos al tempo stesso.
La testimonianza di un tour conclusosi il 4 settembre 2001, una sorta di risposta alle pressanti richieste di quei 100.000 fortunati che hanno incorniciato i biglietti dei suoi concerti e ai quali non basta solo ricordo, “Experience” è “una cura per distrarsi dai mali del mondo”, come McKeever lo ha definito.
”Experience” è dunque una raccolta di brani eseguiti dal vivo, con le già note “A long walk”, “Gettin’ in the way”, “Do you remember”, “Love rain” e “The way”, ma anche l’occasione per accostarsi a nuove composizioni, come “Gotta get up (another day)” (con i 4Hero), la deliziosa “One time” (duetto con Eric Roberson), “High post brotha” con il rapper Common e “Sweet justice”. Nel primo cd infatti, sono infatti presenti quasi 80 minuti di musica registrata durante quattro delle molte date del tour 2001 di “Jilly from Philly” (come la cantante è soprannominata); nel secondo trovano posto 53 minuti totali, tra brani registrati in studio e inediti: un assaggio di quanto possiamo attenderci in futuro dalla cantante. Pur apprezzando la pregevolezza dei nuovi brani, alla fine il live risulta di gran lunga più appassionante e con la voce della Scott in forma strepitosa. C’è anche l’occasione d’ascoltare ciò da cui Jill ha avuto origine: la poesia, come nello “spoken word”, “Thickness”, che ci catapulta nell’October Gallery, il club di Philadelphia dove la Scott era solita interpretare i suoi scritti. In definitiva, dopo aver ascoltato “Experience”, viene subito voglia di prenotarsi per il prossimo tour di Jill Scott.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.