«INVERNO A HONOLULU - Puertorico» la recensione di Rockol

Puertorico - INVERNO A HONOLULU - la recensione

Recensione del 26 ott 1998

La recensione

Loro si descrivono come "uno scandinavo, un messicano e una parigina che con il cuore da siciliani suonano su una spiaggia delle Hawaii a Deauville". Detta così, sembra difficile da ricostruire, ma in realtà basta ascoltare qualche canzone del loro album per avere il quadro ben chiaro in mente. "Inverno a Honolulu" è un insieme di scatti in bianco e nero, di fotografie che mettono una certa sofisticatezza tutta francese insieme alla passione per i Velvet Underground - la voce incerta e crepuscolare di Nico su accordi di chitarra che scivolano quasi stridendo in sottofondo - e al grande amore per la musica italiana degli anni ’50 e ’60. Un mondo evocato che ci riporta agli anni dello ye-ye, alle mille fisarmoniche colonna sonora della Senna a Parigi, alle lambrette che sfrecciano in via Veneto, a ‘easy’ Roma, a un gruppo chiuso a suonare in una stanza e perso nella sua magia. "Inverno a Honolulu" è il ritratto di un mondo interiore fatto di diversi paesaggi, che i musicisti hanno trascorso anni a scambiarsi e a comunicarsi in attesa di arrivare a farne un disco, ma non per questo è un mondo impenetrabile, anzi. La vibrazione della loro musica è pura, e la poesia dei testi quasi disarmante, fatta di cose piccole. "I dubbi atterrarono dolcemente" potrebbe essere un haiku giapponese, come "Un giorno sbagliato" e "Chiara marea", e c’è qualcosa di splendidamente orientale nella malinconica leziosità che a tratti permea la musica di questo disco. Due ultime citazioni di merito: la prima per aver scritto e registrato uno splendido valzer, "Thomas amoreaux", che finisce per essere uno dei momenti migliori del disco (e la tradizione dice che soltanto i migliori affrontano i tempi in ¾ e ne tirano fuori qualcosa), la seconda per ricordare la cover di "Estate" di Bruno Martino per voce e marimba (a cura di Daniele Di Gregorio), la degna chiusura di un album affascinante. Se alla musica chiedete suggestioni i Puertorico possono essere il vostro gruppo. Tracklist:
1. "Lasciami andare"
2. "Passage clouté"
3. "Un giorno sbagliato"
4. "Casa del the"
5. "Malinconia davanti alla tv"
6. "Chiara marea"
7. "Easy Roma"
8. "Liquido terso"
9. "Thomas amoreaux"
10. "I dubbi atterrarono dolcemente"
11. "Odio l’estate"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.