«EGG - Revolver» la recensione di Rockol

Revolver - EGG - la recensione

Recensione del 19 giu 2001

La recensione

L’affollata schiera dei gruppi di tributo beatlesiano conta da qualche tempo sui Revolver, terzetto urbinate che si è fatto un buon nome con frequenti esibizioni dal vivo. Il nome scelto esplicita come il repertorio dei Fab Four privilegiato dal gruppo sia quello post-1966: e infatti, in questo loro secondo disco (niente sappiamo dirvi del precedente), sono ben 13 le cover di canzoni dei Beatles, anche se fra queste non mancano episodi pre-“Revolver” (“From me to you”, “I want to hold your hand”, “She loves you”).
Per quanto concerne le cover, vanno riconosciute ai Revolver ottime doti di mimetismo: capacità che peraltro non manca ad altre cover band – basti citare i Quarrymen, che ne stanno dando ampia dimostrazione nel musical “Eppy”, o gli Apple Pies – ma che i Revolver elevano a livelli di eccellenza in brani come “Dear Prudence”, “Norwegian wood”, “Don’t let me down”, “Helter skelter”. Certo sarebbe consigliabile, nel quadro delle “copie d’autore”, una maggiore attenzione ai testi (“just call on me and I’ll SEND it along”, non “I’ll sing it along”...) e alla pronuncia dell’inglese, qua e là piuttosto abborracciata: limiti accettabili dal vivo, non su disco.
L’album contiene anche sette composizioni originali, il cui sound e il cui spirito dichiaratamente sixties vogliono evocare atmosfere beatlesiane. L’esperimento, apprezzabile negli intenti, ci pare però solo parzialmente riuscito: sono evidenti ed esplicite le citazioni stilistiche, particolarmente in certi suoni e in certi schemi strumentali, ma troppo spesso la semplicità diventa semplicismo, e nessuna delle canzoni giustifica una dichiarazione decisamente immodesta contenuta nel comunicato stampa (“Neanche i più fedeli fan dei Beatles riconoscono i brani dei Revolver confusi nel repertorio monotematico sui Beatles”: suvvia...).
Detto questo, le 29.900 lire (prezzo imposto) del disco non sono certo buttate via: anche se l’acquisto ne è consigliato soprattutto ai collezionisti e ai cultori.

(Franco Zanetti)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.