«ORGANIZED - Morgan (UK)» la recensione di Rockol

Morgan (UK) - ORGANIZED - la recensione

Recensione del 24 ott 2000

La recensione

Dopo aver ascoltato questo album, si capisce perché artisti tra i più disparati (Embrace, Photek, James Hardway) abbiano ultimamente citato Morgan come uno dei dischi da loro più ascoltati negli ultimi mesi. Basta mettere nel lettore una volta “Organized” e si è subito conquistati da questo album di pezzi pensati davanti a un Hammond. Cosa? Direte voi.... Davanti a un Hammond?! E vi verranno in mente le sfuriate acid jazz di James Taylor Quartet. Tranquilli! “Organized”, fortunatamente, non è niente di tutto questo. Già, perché Morgan, con il suo Hammond (comprato niente di meno che da Mr. Pete “Who” Townshend), è riuscito a scavalcare i luoghi comuni dell’acid jazz e regalarci un disco che mischia alla perfezione la cultura baggy (vedi alla voce Stone Roses, Happy Mondays), fa il verso, a tratti, ai Charlatans (gruppo post baggy, anche loro innamorati a morte dell’Hammond) e riesce a incorporare, allo stesso tempo, gli anni ‘70, un pezzo di anni ‘60 (il Joe Cocker più “vintage”), il northern soul delle serate al Wigan Casino (a cui tanto devono anche i Verve e Richard Ashcroft) e, soprattutto, le ritmiche hip-hop e downtempo che tanto hanno influenzato la musica inglese nel decennio scorso. Il risultato è un disco che, sia pur suonando retrò (e come non potrebbe con l’utilizzo di uno strumento simile) riesce ugualmente a essere credibile, a suonare moderno. Il perché è chiaro. Le canzoni di “Organized” sono perfette pop song, classici istantanei che ti trapanano il cervello con le loro semplici melodie. Come direbbe Tricky: brand new retrò di grande fattura.
(Gian Paolo Giabini)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.