«PROBLEMATIC - All» la recensione di Rockol

All - PROBLEMATIC - la recensione

Recensione del 17 set 2000

La recensione

Traccia numero due: “She broke my dick”. La tentazione di dire che anche gli All l’hanno rotto con il loro punk melodico e veloce è forte. Solita copertina disegnata, solite canzoni ben suonate e ben registrate (curioso come queste siano diventate caratteristiche apprezzate sulla scena punk). Invece, vuoi perché in giro non ci sono molte cose divertenti, vuoi perché gli All non hanno pose da aspiranti miracolati del punk miliardario, e continuano a scrivere canzoni che non hanno bisogno di un’analisi da esperti letterati per essere comprese, alla fine “Problematic” riesce a convincere, anche senza entusiasmare eccessivamente. Non c’è niente che emerga in particolare dall’album, si tratta di un lavoro giocato su elementi assolutamente consueti: una chitarra lettrica a palla, sezione ritmica dura e veloce, voce tirata e melodica, che permette anche di capire le parole del testo (con l’eccezione forse dei momenti più concitati, come la goliardata citata all’inizio). Niente di nuovo, ma per il moemtno è un linguaggio che funziona ancora. Rispetto ai molti ragazzini che si lanciano sulla stessa strada, gli All possono far valere un’esperienza largamente consolidata e su una compattezza di suono che non sempre si riscontra nei gruppi esordienti. Il rischio dell’inflazionamento del genere è ormai sempre più vicino, ma fino a quando qualcuno non se ne uscirà con qualche idea nuova per riuscire a tenere insieme melodia e voglia di fare casino, non è il caso di buttare dischi come questo, che non sarà un capolavoro, ma assicura una mezz’ora abbondante di canzoni energiche e trascinanti. Con buona pace di chi auspica il definitivo trionfo dei dj come massimi eroi della scena musicale.
(Paolo Giovanazzi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.