50 Cent vince la causa contro la sua ex

50 Cent ha vinto una battaglia legale con la sua ex fidanzata.

La Suprema Corte di New York ha rigettato le accuse di violazioni contrattuali mosse da Shaniqua Tompkins, donna cui il rapper è stato legato e dalla quale ha avuto il figlio Marques. Nella causa da 50 milioni di dollari, la Tompkins affermava che 50 Cent (vero nome Curtis Jackson), aveva promesso di dividere con lei metà dei suoi futuri introiti. Per la Tompkins, l’artista si sarebbe poi tirato indietro da tale promessa, una volta raggiunto il successo con il suo primo album “Get rich or die tryin'”. L'ex coppia si è spesso rivolta al tribunale per risolvere le questioni private: l’anno scorso un giudice ha ordinato alla donna di sgomberare la casa di Long Island di proprietà di 50 Cent. Quando questa residenza è stata misteriosamente distrutta dalle fiamme, le parti si sono accusate a vicenda per l’accaduto. Attualmente sussistono altre cause da milioni di dollari ancora in fase di dibattimento. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.