Beatles e Israele: ecco due ipotesi sul perchè il concerto venne cancellato

Beatles e Israele: ecco due ipotesi sul perchè il concerto venne cancellato
Il quotidiano La Repubblica riporta in un articolo le due possibili motivazioni che avrebbero impedito ai Beatles di esibirsi in Israele nel 1965: il primo sarebbe di natura ideologica e politica, che avrebbe portato l'allora ministro dell'Educazione a vietare il concerto.
Il critico musicale Yoav Kutner sostiene invece che dietro quel "No" ci fu la mano di qualcuno: la storia avrebbe inizio nel 1962, quando il manager della band, Brian Epstein, propose il concerto a un impresario israeliano (Giora Gudik), ma lui rifiutò l'offerta.
Secondo Kutner, quando la proposta venne ripetuta a un altro impresario israeliano, Yaakov Uri, che accettò, Gudik si arrabbiò e fece di tutto per impedire che l'evento avesse luogo.
Paul McCartney si esibirà a Tel Aviv per la prima volta a settembre (vedi News).
(Fonte: Repubblica)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
JIMI HENDRIX
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.