E’ successo nel 2006: 27 gennaio

E’ successo nel 2006: 27 gennaio
Afterhours, arriva nei negozi italiani 'Ballads for little hyenas' (27 gennaio 2006)

La versione in lingua inglese di “Ballate per piccole iene”, pubblicata in Europa (e prossimamente in Nord America) dalla One Little Indian, arriva da oggi anche nei negozi italiani (vedi News). Il disco, che in Italia è distribuito dalla Mescal, aggiunge alla scaletta originale un inedito, la cover di “The bed” di Lou Reed: “L’abbiamo inserita proprio su insistenza della One Little Indian”, hanno raccontato a Rockol Manuel Agnelli e Giorgio Prette. “A New York, anzi, è il primo pezzo che hanno ascoltato. L’avevamo registrata in Italia quando Greg Dulli (coproduttore del disco) e i Twilight Singers erano venuti in tournée con noi. Avevamo qualche dubbio, perché pur non trattandosi di uno dei pezzi più celebri di Lou Reed c’era il rischio di esporsi a paragoni scomodi. Ma l’idea di farne qualcosa di diverso, cantandola a due voci con Greg, ha funzionato. E così anche la decisione, suggerita dalla casa discografica, di inserirla nel cuore del disco e non in fondo, come si trattasse di un’appendice posticcia o dell’ultima ora”. Per la produzione delle parti cantate e la traduzione dei testi (ma anche dei titoli, alcuni dei quali sono cambiati completamente), Agnelli si è fatto aiutare da un team composto da Dulli, l’altro Twilight Singers Bobby McIntyre, John Parish e l’ex Cousteau Davey Ray Moor. “Lui soprattutto, che in queste cose è un mago. Ci hanno seguito passo dopo passo, parola per parola, sviluppando il lavoro che io e Greg avevamo già iniziato a New Orleans e a Los Angeles. L’obiettivo era di preservare temi, contenuti e atmosfera dei testi in italiano. Tutte le frasi che funzionavano anche in inglese sono state mantenute, il resto è cambiato. Ci ha aiutato gente che scrive canzoni di professione, e che sapeva quando era il caso di rinunciare a una traduzione letterale. Mi sono fidato di loro”. Rispetto alla versione italiana, il disco presenta anche una masterizzazione completamente diversa: “I nostri ultimi album”, spiegano gli Afterhours, “li avevamo masterizzati tutti in Inghilterra, ma non siamo mai stati convinti fino in fondo dei risultati. Quel che ci interessava, fondamentalmente, era che venissero rispettati i nostri missaggi e ottimizzate le nostre scelte. Questa volta invece abbiamo deciso di osare di più, la versione inglese è una specie di ‘senno di poi’ dell’album in italiano. La masterizzazione iniziale era forse troppo claustrofobica e ‘intubata’, per un disco che è già scuro di suo. Abbiamo optato per una soluzione più ‘americana’, comprimendo i suoni in modo più violento, più cattivo”.
La band milanese è impegnata in questi giorni in un breve tour europeo di promozione del disco: dopo un paio di date in Germania e Olanda, la serie di concerti prosegue a inizio febbraio a Madrid, Barcellona e Bruxelles; seguiranno esibizioni in Canada e negli Stati Uniti, dove “Ballads for little hyenas” verrà distribuito a partire dal marzo 2006. In contemporanea alla sua uscita in Italia la Arcana Libri distribuisce “Ballate di male e miele”, volume scritto da Simona Orlando con la collaborazione degli stessi Afterhours.
Dall'archivio di Rockol - Rockol Awards 2017: l'esibizione degli Afterhours Premio Migliore Live Italiano
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.